Save

5 siti UNESCO vicino a Milano

Page author

by Martina - 19 febbraio 2018

Conosciuta come la capitale finanziaria e della moda, Milano è annoverata tra le grandi città d'arte e di cultura ed è un perfetto connubio di storia e divertimento, tra architetture moderne e antichi monumenti.

Esplorare Milano significa anche spingersi fuori dai suoi confini, uscire dalla città e visitare i suoi dintorni, ricchi di attrazioni e luoghi da non perdere. Proprio le aree limitrofe alla città, infatti, ospitano ben cinque siti patrimonio UNESCO.

In questo articolo, vi parleremo di questi meravigliosi e interessanti luoghi, la cui visita arricchirà sicuramente il vostro viaggio a Milano.

Valle Camonica

Famosa in tutto il mondo per le sue scritte rupestri, la Valle Camonica, anche conosciuta come la Valle dei Segni, porta il visitatore indietro nel tempo della Preistoria e della Protostoria in un viaggio che ripercorre oltre 13 mila anni di storia, dalla fine del Paleolitico Superiore alla fine del I millennio a.C.

Il sito interessa ben 180 località dislocate in 24 comuni e si estende per 80 km seguendo il percorso del fiume Oglio.

Negli otto parchi archeologici di Valle Camonica l'arte e l'architettura si intrecciano e si fondono con la storia: impossibile non rimanere affascinati dai numerosi reperti presenti che raccontano in maniera suggestiva la storia dell'Uomo durante i millenni.


Incisioni rupestri della Val Camonica

Villaggio Crespi d'Adda

Altro suggestivo viaggio nel tempo in questo villaggio operaio di fine Ottocento. Il nome Crespi d'Adda riprende dalla famiglia industriale cotoniera Crespi, la quale aveva fatto costruire questo villaggio accanto all'opificio tessile, lungo la riva dell'Adda.
Crespi d'Adda

Il villaggio era una mini cittadina dotata di tutti i servizi generali e ogni abitazione era destinata ai dipendenti operai i quali vivevano in armonia secondo i ritmi dell'opificio.

L'UNESCO ha accolto il villaggio come Patrimonio Mondiale, in quanto perfetto esempio di villaggio operaio, il più ben conservato in tutto il sud Europa.

Ferrovia Retica

Quando l'ingegneria si sposa perfettamente con l'ambiente circostante questo non può che essere considerato un vero e proprio patrimonio.

La Ferrovia Retica infatti è un'estesa linea ferroviaria di montagna, le cui tratte collegano il Belpaese alla Svizzera ed è una ferrovia speciale, in quanto le sue rotaie, agli inizi del Novecento, liberarono dall'isolamento le comunità di montagna che vi risiedevano.

Capolavoro ingegneristico tra i più spettacolari di sempre, la ferrovia regala ai suoi viaggiatori paesaggi assai suggestivi e mozzafiato e si colloca facilmente nella lista delle cose da vedere a Milano e dintorni.

Consigliamo in particolare un viaggio sul “trenino rosso del Bernina”, un'esperienza imperdibile che vi porterà tra suggestive vallate e meravigliose vette innevate.

I Longobardi in Italia

In realtà questo non è un vero e proprio luogo specifico, ma è un sito seriale che racchiude le più significative testimonianze dei longobardi e dei loro luoghi di potere lungo tutto lo stivale, che iniziarono a invadere dal 568 d.C. Il risultato fu quello di un amalgama tra due culture molto diverse: la tradizione germanica con quella classica e romano-cristiana.

Dal 2011 il sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” è inserito nella lista dei patrimoni UNESCO.

Nei dintorni di Milano segnaliamo sicuramente Castelseprio-Torba, dove è possibile ammirare la Torre di Torba, costruzione dall'architettura militare adibita dai Longobardi come monastero femminile, e la Chiesa di Santa Maria foris portas, edificata come edificio aristocratico privato. Qui è possibile ammirare un altissimo esempio di ciclo pittorico di età alto medioevale raffigurante l'infanzia di Cristo.

Siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino

Ancora un altro sito seriale degno di nota: esso comprende ben 111 insediamenti che coprono un arco temporale che va dal 5000 al 500 a.C. e sono dislocati nelle varie rive lacustri e fluviali di Svizzera, Francia, Germania, Austria, Slovenia e Italia.

Nel Belpaese se ne contano ben 19, 11 dei quali si trovano solamente nell'area lombarda.

Tra le cose da fare a Milano e dintorni, consigliamo perciò una visita al Lago Varese, dove sono state rilevate le costruzioni palafitticole più antiche. Un viaggio in questo sito vi porterà indietro nel tempo direttamente al Neolitico alla scoperta della vita quotidiana delle comunità di quel tempo, dei loro usi e delle tecniche agricole e d'allevamento usate, grazie anche alla presenza di numerosi musei e parchi archeologici.

Per visitare Milano e i suoi dintorni è altamente consigliato noleggiare un'automobile,  in quanto la città è la culla di alcuni tra i migliori patrimoni UNESCO ma non tutti sono situati all'interno della città. Questi, infatti, spesso sono molto distanti tra di loro e oltretutto non risiedono solamente in un'unica località precisa, ma la maggior parte delle volte coprono aree anche molto estese, che vanno esplorate per apprezzarne appieno il valore.

Page author

Articolo di Martina

23 Post