Save

7 COSE DA FARE E VEDERE SUL LAGO DI GARDA

Page author

by Hertz - 05 giugno 2019

È così grande che sembra un mare. In qualsiasi direzione rivolgi lo sguardo fatichi a scorgere la sponda opposta e con la sua acqua bagna Lombardia, Veneto e Trentino-Alto Adige. Forse, è proprio per questo che il Lago di Garda offre una varietà di paesaggi così straordinaria.
Dalle montagne innevate, alle dolci colline, alle piccole località sulle sponde, alle isole in mezzo all’acqua:

ci sono così tante cose da fare e da vedere, che il tempo non basta mai.

Noleggia subito la tua auto in un’agenzia Hertz di Peschiera del Garda e inizia un tour del lago in senso orario. Che ne dici, partiamo?

 Il Castello di Sirmione 

È una suggestiva rocca affacciata sul lago, dove respiri un’atmosfera d’altri tempi. Con due torri merlate che dominano il lago e la darsena, questo è uno dei castelli meglio conservati d’Italia. Per accedere devi percorre un ponte levatoio sull’acqua, che oltre ad essere l’ingresso del castello è anche l’unico modo per entrare nel centro storico di Sirmione. Lasciati guidare dalla curiosità, ma fai attenzione: la leggenda narra che un cavaliere respinto sia stato pugnalato proprio qui fra il 1250 e il 1300 e da allora, nelle notti di tempesta, il suo spirito vaghi per il castello alla ricerca della sua amata. Perciò mi raccomando, scegli una bella giornata di sole!

Le Grotte di Catullo

Stai ancora passeggiando per il centro storico di Sirmione? Allora non può mancare una visita alle suggestive Grotte di Catullo. Tranquillo, il percorso è lungo solo meno di un chilometro! Le Grotte sono i resti di una villa di epoca romana costruita nel I secolo d.C., considerata l’esempio più importante di Villa Romana di tutta l’Italia settentrionale.Si estende su un’area molto ampia, oltre 2 ettari e, ai piani inferiori, dopo aver percorso rampe e scalinate scenografiche, puoi ammirare i loggiati dove passeggiavano gli antichi Romani. Un consiglio: visita il bellissimo parco mediterraneo che circonda la villa, perché solo da qui riesci a vedere il panorama sul lago in tutta la sua ampiezza. Poi, se vuoi, prosegui con una visita al museo, o se preferisci fai un pit-stop per riposarti all’ombra di un ulivo.

Isola del Garda

Adesso risali in auto e prosegui il tuo itinerario lungo la riva occidentale. L’Isola del Garda, conosciuta anche come Isola Borghese, è la più grande delle isole sul Lago di Garda e si trova a circa 200 m dalla costa, nel territorio di San Felice del Benaco. Raggiungila in battello e poi segui una delle visite guidate nel suggestivo parco e nella villa Ferrari, costruita ai primi del’900 e che costituisce l’unico esempio di stile neogotico veneziano sul lago. Oltre alla villa e ai suoi giardini, Isola del Garda merita una visita anche per la sua storia ricca di fascino. Pensa che sono moltissimi gli abitanti che si sono susseguiti sull’isola: si va dagli antichi romani, ai pirati che per lungo tempo vi si sono rifugiati, e ancora a San Francesco d’Assisi che vi ha fatto costruire un piccolo eremo. Sull’isola hanno soggiornato anche tanti personaggi illustri, uno su tutti: Dante Alighieri.

Vittoriale degli Italiani sul Lago di Garda

Tornato sulla terraferma è il momento di ripartire alla volta di Gardone Riviera, dove si trova il Vittoriale degli Italiani, luogo di sepoltura di Gabriele D’Annunzio e vera e propria cittadella da lui voluta per celebrare le sue imprese letterarie, di guerra e patriottiche. Qui puoi visitare la Prioria, una grande casa museo ricca di oggetti, stanze a tema e decorazioni, un grande parco con statue, laghetti e giardini, un auditorium per 200 persone e un anfiteatro. In cima alla collina c’è il Mausoleo che ospita le spoglie del poeta e la Nave Puglia. Una nave vera e propria che fu donata a D’Annunzio dalla Regia Marina nel 1923 e che oggi è immersa in un parco lussureggiante, con la prua rivolta verso l’Adriatico. Il Vittoriale è un luogo affascinate e carico di storia, ma anche un punto di osservazione ideale sul Lago di Garda e il paesaggio circostante.

 

Se non hai fretta, mentre viaggi verso la tappa successiva, fermati alla famosa Terrazza del brivido di Tremosine. Già dal nome puoi capire che si trova ad alta, ma stai tranquillo perché puoi raggiungerla facilmente in auto attraverso la magnifica Strada della Forra: il panorama da quassù lascia veramente senza fiato.

Riva del Garda

Quando sei a Riva del Garda, sei in Trentino.  Il lago si restringe e si incunea tra le alte pareti rocciose del Monte Rocchetta: l’acqua è più fredda e più blu, il panorama risente delle vicine Dolomiti e il silenzio diventa protagonista, anche perché sulla parte trentina del Lago di Garda la navigazione a motore è vietata.Riva del Garda, come suggerisce il nome, si affaccia sul lago. È una città curata, ricca di storia, che ti offre diverse possibilità di visita: puoiiniziare subito con una passeggiata in piazza, ammirando i palazzi di cui è circondata e respirando l’atmosfera austroungarica di Riva magari seduto ai tavolini di un bar. Meritano una visita anche la Chiesa dell’Inviolata, un pregiato esempio di stile Barocco costruito nel 1603, il quartiere medievale del Marocco (da “marocche”, i cumuli di frana su cui sono sorti i palazzi), e il lungolago, circondato da balaustre bianchissime che si affacciano sull’acqua.

Marmitte dei Giganti a Torbole

Le Marmitte dei Giganti sono una vera e propria meraviglia della natura. Immagina dei fori enormi, larghi circa 5 metri e profondi fino a 12, che formano una sorta di canyon in un paesaggio lunare.Si tratta di un fenomeno dovuto alla glaciazione, che risale a oltre 130.000 anni fa. In estate infatti i ghiacciai si scioglievano in fretta, creando dei ruscelli che, precipitando velocemente a valle, levigavano la roccia, creando pozzi, piscine e vasche visibili tutt’oggi. Lascia l’auto vicino all’Hotel Villa Stella e da qui prosegui a piedi, seguendo le indicazioni. Il sentiero si snoda fra ulivi e vigneti ed è un perfetto antipasto allo spettacolo che ti aspetta poco dopo. Una curiosità: qui sono state trovate ceramiche e punte di freccia, segno che le marmitte dei Giganti di Torbole erano abitate nella preistoria.

Gardaland

Potevamo forse dimenticarci di Gardaland? Il parco, ultima tappa del tour, prende il nome proprio dal lago ed è visitato da migliaia di persone ogni anno. Qui puoi mettere da parte storia, cultura e panorami, per goderti qualche ora di puro divertimento. Il parco è suddiviso in aree tematiche, ognuna con diverse attrazioni. Per i più audaci c’è la sezione adventure, per i più piccoli c’è quella fantasy, mentre gli amanti del brivido e della velocità trovano pane per i loro denti nella sezione energy. Puoi dedicargli un pomeriggio, una serata estiva o anche un giorno intero del tuo tour sul Lago di Garda, a te la scelta!

Cosa aspetti? Cogli al volo le offerte speciali e gli sconti riservati per te da Hertz!

Iscriviti anche alla nostra newsletter, riceverai tutti gli aggiornamenti, le novità, gli upgrade, le offerte e gli sconti Hertz.

Page author

Articolo di Hertz

378 Post