Save

Alla scoperta dei monumenti di Brescia

Page author

by Hertz - 20 agosto 2018

Situata nella parte orientale della Lombardia, Brescia non è solo una delle città più importanti della regione, ma anche una destinazione turistica capace di sorprendere chi la visita.

Arrivare a Brescia è facile grazie ai tanti collegamenti sia stradali che ferroviari. In particolare, passano da Brescia ben tre autostrade: la A4, che attraversa trasversalmente tutto il nord Italia, la A21 che collega Brescia con Torino passando attraverso Piacenza e la nuova autostrada A35 Brebemi, che collega Brescia con Milano. Arrivare in auto non è quindi un problema ed anzi è il modo migliore per iniziare ad esplorare la città e i suoi dintorni.

Conosciuta con il soprannome di “Leonessa d’Italia”, Brescia è ubicata tra le Prealpi Bresciane e la pianura Padana, a poca distanza dal Lago di Garda, il lago più grande d’Italia. La città, che ha circa 190.000 abitanti, è un importante centro produttivo ed industriale, ma vanta anche una storia secolare le cui tracce sono ancora ben visibili.

Piazza della Loggia

È sicuramente la Piazza più famosa di Brescia. Il suo aspetto complessivo attuale risale al Rinascimento e rappresenta uno degli esempi di piazza “chiusa”, per via della sua forma rettangolare con edifici su tutti i lati. Il palazzo che dà il nome alla piazza è “la Loggia”, un edifico in stile veneziano che fin dalla costruzione è stata il centro della vita amministrativa della città.

Iniziata nel 1949 e ultimata nel 1547, la Loggia originariamente ospitava le udienze del podestà veneziano, mentre oggi è sede della Giunta comunale. Molto caratteristico il colore bianco, dovuto all’utilizzo del Marmo di Botticino, un materiale tipico della provincia di Brescia.

Sul lato opposto della piazza, si trovano altri palazzi di origine rinascimentale, in particolare uno scenografico porticato e la torretta dell’orologio, che segna l’ora fin dal 1546. La piazza è oggi un centro culturale che ospita molti concenti di vari generi ed eventi, come ad esempio l’annuale presentazione della celebre Mille Miglia.

Il tempio capitolino e il teatro romano

Pronti per un salto nella storia di quasi due millenni? Il tempio capitolino di Brescia rappresenta una delle testimonianze della dominazione romana, durante la quale la città era un importante centro, situato sulla via Gallica.

Il tempio, costruito per volontà dell’imperatore Vespasiano nel 73 d.C., si affacciava sull’antico Foro ed era chiamato così perché era dedicato alle tre divinità capitoline Giove, Giunone e Minerva. Oggi il tempio è ricostruito, ma mantiene molti dei ritrovamenti originali, riconoscibili perché realizzati nella bianchissima pietra di Botticino.

A breve distanza dal tempio capitolino si trova il teatro romano, che originariamente faceva parte dello stesso complesso di edifici. Attualmente rimangono visibili i resti della cavea e del muro che si affaccia sulla strada.

Il castello di Brescia

Lasciatevi alle spalle le atmosfere della Brescia romana per entrare in quelle di epoca medioevale, con una visita al castello di Brescia. Situato a poca distanza dal centro storico, è una fortezza che sfrutta la posizione arroccata sul colle Cidneo per il controllo della città.

Sebbene le tracce dei suoi insediamenti fortificati risalgono all’età del Bronzo, l’edificio principale fu realizzato durante il Medioevo e rimase in uso fino al 1859. Dal castello, che è circondato da un parco, si può godere di una suggestiva vista sulla città e anche sulle valli circostanti.

Il Broletto

Noto per essere uno dei più antichi e importanti palazzi storici lombardi, il Palazzo Broletto si affaccia su piazza Paolo VI e in epoca medioevale era la sede della signoria della città. Il Broletto, il cui nome deriva da un orto-giardino chiamato “brolo”, si presenta come un complesso di edifici che si sviluppano in due corti. Al centro del cortile maggiore si trova una fontana in marmo Botticino, aggiunta in epoca medioevale.

Page author

Articolo di Hertz

272 Post