Save

Alla scoperta del Parco Nazionale del Vesuvio e i suoi comuni

Page author

by Antonio - 04 aprile 2017

Pur essendo una dei centri metropolitani più popolati d’Europa con quasi un milione di abitanti, Napoli e la sua provincia vantano un’impressionante ricchezza di spazi naturali.

Tra queste attrazioni di grande interesse storico e geologico tutte da scoprire, troviamo il Monte Solaro, l’Area Marina Protetta del Parco Sommerso di Gaiola e i Bagni della Regina Giovanna.

Per non parlare dello spettacolo che il magnifico scenario che il Parco Nazionale del Vesuvio regala a tutti i turisti dal 1995, con i suoi 8.482 ettari nei quali si trovano 906 specie vegetali, 44 specie di farfalle diurne e 230 tipi di minerali differenti.



Parco del Vesuvio

Mentre siete in provincia di Napoli, inoltre, non perdetevi l’occasione di andare alla scoperta di alcuni dei bellissimi comuni confinanti con il Parco Nazionale del Vesuvio. 

Trecase

Partiamo dal più piccolo tra i comuni situati nei dintorni del Parco, il cui punto forte è sicuramente il centro storico. Punto ideale per andare alla scoperta non solo dei suoi edifici più significativi, come la Chiesa di Santa Maria delle Grazie del secolo XVI e le Ville Langella e Filippone, ma anche spingersi all’esterno dell’abitato, dove potrete raggiungere crateri del secolo XVIII e immergervi nella vicina foresta di pino marittimo e leccio.

Boscotrecase

Questo paesino è un luogo d’importanza cruciale per due ragioni. In primo luogo, si trova a pochi chilometri di distanza dagli scavi di Pompei e in più permette di raggiungere facilmente la Riserva Naturale Tirone-Alto Vesuvio e la foresta demaniale.

Vi consigliamo poi di non lasciare Boscotrecase senza aver prima fatto una passeggiata in centro, dove si trova la Chiesa dell’Ave Gratia Plena che, essendo del 1688, risulta una delle strutture più vecchie di epoca vesuviana.

Ercolano

Non vi parleremo qui dei suoi scavi noti a livello mondiale, ma del ruolo che gioca Ercolano come punto di partenza per raggiungere il Vesuvio, passando per San Vito e l’Osservatorio Vesuviano. Le sue ville poi, prime su tutte la Favorita, Aprile e Campolieto, sono veri e propri gioielli del Miglio d’Oro.



Ercolano

Torre del Greco

Come nostra ultima tappa abbiamo scelto un luogo davvero speciale, sicuramente noto agli amanti della letteratura per aver ospitato Giacomo Leopardi nella Villa delle Ginestre per un certo periodo della sua vita.

L’antica Turrisi Octavia non è però solo questo, essendo famosa grazie alla sua industria del corallo con museo dedicato. Se volete poi godervi un panorama spettacolare, raggiungete il Convento dei Camaldoli della Torre, mentre se amate l’arte, date un’occhiata alla Chiesa di Santa Croce in stile neoclassico, le ville del Cardinale e Porta, nonché il Palazzo Vallelonga.

Il Vesuvio e le zone che lo circondano sono senza dubbio tra le aree più affascinanti in Italia per coloro che siano desiderosi di approfondire la conoscenza sulla storia di questo magnifico Paese. È per questo che, per visitarle all’insegna del massimo comfort e poter raggiungere anche le aree più remote senza alcuna difficoltà di sorta, vi consigliamo di noleggiare un'auto in una delle nostre agenzie di Napoli.

 

Page author

Articolo di Antonio

26 Post