Save

Catania Romana: un tour per i monumenti romani della città

Page author

by Antonio - 13 aprile 2017

Con un centro storico che si contraddistingue per lo stile Barocco dei suoi edifici, Catania è stata nominata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2002. Non solo, si propone anche come una delle città siciliane più interessanti dell’anno.

 

Centro portuale di rilevanza nel Mediterraneo sin dall’epoca romana, Catania è ben nota anche per il suo clima mite durante tutto l’anno, un mare dal colore caraibico e le sue numerose rovine, alcune delle quali risalgono addirittura a 2.700 anni fa.  

 

In questa breve guida vi condurremo alla scoperta di alcuni dei monumenti romani della città e, una volta in zona, v’incoraggiamo a approfondire la vostra conoscenza della zona circostante.

Anfiteatro Romano

Con una circonferenza esterna di 309 metri e una capienza massima che sfiorava i 16.000 spettatori, questa spettacolare costruzione era seconda per dimensioni solo al Colosseo.

Fu il sindaco De Felice a volere i suoi lavori di ristrutturazione, che durarono dal 1903 al 1906, fino alla visita nel 1907 del re Vittorio Emanuele III.

S’ipotizza che l’anfiteatro, costruito su tre piani, risalga al secondo secolo a.C., periodo di massimo splendore della civiltà romana e dei suoi celebri giochi gladiatori. 

Terme Achillee

Sotto piazza Duomo, completamente nascosta alla vista dei passanti, si nasconde questa struttura un tempo conosciuta con il nome di “il bagno di Bacco”, riprendendo i temi degli stucchi che si trovavano al suo interno.

Costruite nel III secolo d.C. dal governatore di Sicilia Lusio Labieno, si rivelano le più grandi terme per dimensioni della città, con le loro ampie stanze ancora visitabili, tra le quali spicca quella centrale che misura 12 metri per 13.


Catania romana

Le Terme dell’Indirizzo

Vi presentiamo un altro monumentale esempio di terme sempre di epoca romana e di cui esistono tuttora dieci stanze in buone condizioni. Il loro nome deriva dal Convento di Santa Maria dell’Indirizzo in cui si trovano inserite.

Uno degli elementi più interessanti delle Terme, che fanno da testimonianza all’avanzato grado di sviluppo della civiltà romana, sono i resti delle fornaci per il riscaldamento delle acque e i condotti per la circolazione dell’aria calda.


Rovine romane

Chiesa di San Euplio

Nell’omonima via poco distante all’anfiteatro, sorge questa struttura religiosa sfortunatamente andata in gran parte distrutta durante i bombardamenti del 1943.

Nonostante questo, però, restano ben visibili la facciata e una parte sotterranea, chiamata il sepolcro, alla quale si accede attraverso una scaletta. In questa stanzetta buia sono tuttora presenti alcuni affreschi parietali.

La Necropoli

Concludiamo con queste “città funerarie” ubicate nella zona nord-orientale rispetto all’Anfiteatro, in corrispondenza del Palazzo delle Poste e de La Rinascente.

In realtà, un po’ per tutta la città si trovano questo tipo di reperti, come l’edificio a forma circolare e su due piani su viale Regina Margherita.

Come abbiamo visto, Catania è ricca di reperti risalenti all’epoca romana. Perciò se siete appassionati di storia antica, vi consigliamo di noleggiare un’auto a Catania e iniziare la vostra in Sicilia durante le vostre prossime vacanze. 

 

Page author

Articolo di Antonio

26 Post