Save

Cinque attrazioni da vedere in provincia di Bergamo

Page author

by Antonio - 22 marzo 2017

Se vi state chiedendo perché scegliere proprio Bergamo come prossima meta di viaggio, vi renderete conto di quanto questa città sia ingiustamente sottovalutata. Sì, perché Bergamo rappresenta uno dei tesori dell'Italia settentrionale.

A partire dalla sua doppia anima – moderna e antica – ben distinguibile nella Città Bassa e la Città Alta, quest’ultima in posizione elevata e cinta da mura difensive.

Ma le sorprese non finiscono qui, l’ottimo cibo, bellezze naturali imperdibili e l’architettura maestosa dei suoi edifici vi lasceranno a bocca aperta.

Non perdetevi quindi la possibilità di noleggiare un'auto a Bergamo per esplorare la sua provincia e scoprire insieme a noi alcune delle migliori attrazioni di questa affascinante città della Lombardia.

Accademia Tadini

Quest’enorme palazzo in località Lovere e sulle sponde del Lago d’Iseo fu inaugurato dall’omonimo conte Tadini nel 1827 per svolgere la funzione di museo, scuola di musica e di disegno. Sui suoi due piani racchiude preziose opere appartenenti a diverse correnti e risalenti a varie epoche storiche – dalle raccolte di arte moderna e contemporanea alla collezione di porcellana, sino al giardino al cui centro si trova la Cappella che ospita la Stele Tadini, uno degli ultimi capolavori del Canova.

Castello Carmagnola

Clusane è un caratteristico borgo situato sulle sponde del Lago d’Iseo e si distingue dagli altri paesini proprio per il suo fascino storico-artistico. La sua attrazione principale è il Castello Carmagnola, voluto dai feudatari della Franciacorta Oldofredi, e aperto al pubblico tutti i primi lunedì e i terzi martedì del mese. Le sue sale con affreschi e mobili risalenti al secolo XV sono assolutamente da non perdere.


Lago d'Iseo

San Pellegrino Terme

Proseguiamo verso quest’altro comune situato alla distanza di 24 km dal centro di Bergamo e particolarmente noto sin dall’antichità per le proprietà terapeutiche delle sue fonti. In seguito della costruzione della “Società delle Terme” nel 1899, San Pellegrino ha assunto l’attuale forma elegante, caratterizzata da viali alberati, giardini curati ed edifici dalla straordinaria bellezza architettonica.


San Pellegrino

Castello di Malpaga

Eccoci ora in quest’altro piccolo comune dove sembra che il tempo si sia fermato in epoca medievale. Perfetto esempio di villaggio auto-sostenibile, il borgo risulta la scelta ideale per una gita rilassante nel verde in compagnia di tutta la famiglia, e che potrebbe risultare proprio perfetta con una visita al castello omonimo. Aperto da marzo a novembre, prenotate una visita guidata per scoprire i segreti della sua corte e ammirare splendidi mobili e affreschi dei secoli XV-XVII.


Castello di Malpaga

Cornello del Tasso

Ultima località da visitare, ma non per questo meno affascinate, è l'antico borgo di Camerata Tasso. Questo villaggio è raggiungibile solo a piedi percorrendo un tratto dell’antica Via Mercatorum, un importante nodo commerciale che collegava la Valtellina a Bergamo fino al secolo XVII. Oltre ad essere nota, proprio come suggerisce il nome, per prendere il nome dall’omonima famiglia Tasso e dal celebre scrittore Torquato, è anche il luogo in cui nacque il servizio postale europeo. Fatevi una passeggiata rilassante per scoprire questo gioiello immerso nella natura più incontaminata, partendo dal fiume fino a raggiungere il Palazzo del Tasso a monte.

 

Page author

Articolo di Antonio

26 Post