Save

Con Hertz, alla scoperta di Faenza e della sua tradizionale Epifania

Page author

by Hertz - 02 gennaio 2018

L’Epifania tutte le feste porta via, uno dei detti più famosi del periodo natalizio che purtroppo ne segna anche la fine. Ma non disperarti, goditi a fondo anche l’ultimo weekend di festa dedicato soprattutto ai più piccoli che non vedono l’ora di trovare le calzette stracolme di dolcetti e leccornie di tutti i tipi.

Per questo Hertz ha preparato un itinerario perfetto tra tradizioni e specialità culinarie da leccarsi i baffi: si va in direzione di Faenza per vivere a pieno la magica Nott De Bisò.

La partenza è dall’Aeroporto di Bologna dove puoi noleggiare una comoda e spaziosa Fiat 500X, uno tra i SUV più apprezzati e venduti d’Italia con la sicurezza della trazione 4x4, per guidare lungo il breve tratto di strada che ti separa da Faenza, comune romagnolo dal grande valore artistico e dalla lunga tradizione storica.

L’Epifania qui in città è molto sentita e porta con sé diversi tradizionali festeggiamenti: te ne accorgerai non appena metterai piede in Piazza del Popolo, dove già a partire dalle prime ore del mattino del 5 gennaio potrai sorseggiare dell’ottimo Bisò, il Vin Brulè locale, realizzato da ognuno dei 5 Rioni in una ricetta unica e segreta e versato nei caratteristici gotti.
I 5 Rioni, Borgo Durbecco, Rosso, Giallo, Verde e Nero, personalizzano i gotti, le tazze in ceramica, decorandoli a mano e preparano diverse prelibatezze gastronomiche tipiche tra cui piadine sfogliate romagnole e salsicce.

Così tra un sorso di vino fumante e una passeggiata per le vie del centro si arriva al momento più atteso della serata: il crepitio ed il calore dei tanti focolai accesi e la musica fanno da cornice alla sfilata del Niballo, il fantoccio di cartapesta raffigurante Annibale vestito del colore del rione vincitore del Palio dell’anno precedente, a cui viene dato fuoco allo scoccare della mezzanotte.

Il rogo del fantoccio sta anche a simboleggiare l’addio alle sfortune dell’anno passato, insomma un ottimo modo per dare il giusto via all’anno appena iniziato. Altra particolarità legata a questo momento è l’attesa per la caduta della testa del fantoccio: una credenza popolare ritiene che il lato verso cui rotolerà indichi il prossimo rione vincitore del Palio.

Dopo aver riposato in uno dei tanti accoglienti Bed & Breakfast della città non si può ripartire senza prima aver visitato il Museo Internazionale delle Ceramiche, unico nel suo genere e tra i più famosi al mondo in questo campo, o senza aver passeggiato all’interno del Parco Bucci, polmone verde della città, dove non è raro imbattersi in uno dei tanti animali che circolano liberi nei prati, tra cui pavoni, coniglietti e scoiattoli.

Rimaniamo ancora un po’ in città, qui infatti c’è il ristorante ideale per un’ottima pausa pranzo prima di ripartire: al ristorante Ca’ Murani potrai infatti degustare la vera cucina emiliana ricca di prodotti stagionali del territorio e specialità come il lonzino di maiale affumicato con panzanella o il Raviolo di patate e cavolfiore con squacquerone e tuorlo d’uovo.

Purtroppo anche questo itinerario sta volgendo al termine e con esso anche le festività natalizie, non ti resta che ripartire verso l’Aeroporto di Bologna con la tua 500X che potrai riconsegnare in pochi istanti, senza neanche preoccuparti di fare benzina, grazie all’opzione “Pieno Prima”.

Page author

Articolo di Hertz

271 Post