Save

Consigli di viaggio per visitare Stoccolma

Page author

by Giorgia - 22 agosto 2017

È chiamata “la perla del nord Europa” e, quando incominciamo a visitare Stoccolma, non stentiamo a capire il perché. La capitale della Svezia è una affascinante città adagiata su 14 isole collocate dove il lago Mälaren, il terzo più grande del paese, incontra il Mar Baltico. L’acqua è quindi un elemento fondamentale per la città, che infatti è anche soprannominata “la Venezia del nord”. Se l’inverno è rigido, l’estate è una piacevole sorpresa, con temperature miti e giornate lunghissime, fino a 20 ore di luce.

Oltre al ruolo di riferimento culturale e storico, Stoccolma è il centro amministrativo ed economico della Svezia, caratteristiche che la rendono una metropoli scintillante e piena di energia. Ma è anche tra le città più sostenibili del mondo, grazie dell’estrema attenzione degli svedesi per l’ambiente e per la riduzione dell’impatto ambientale: oggi è un esempio di come si può coniugare lo spirito innovativo dello sviluppo con i più alti livelli di eco-compatibilità. Se avete intenzione di immergervi nella cultura e nel lifestyle di questa città nordeuropea, ecco alcuni consigli di viaggio su cosa vedere e cosa fare a Stoccolma.


Skansen - Stoccolma

Fare turismo indipendente

Tra i primi consigli c’è sicuramente quello di scegliere il modo più autentico di visitare Stoccolma, cioè il turismo indipendente. Dimenticatevi i tour organizzati o i pacchetti “tutto compreso”, iniziate invece a girare la città da soli. Dall'aeroporto è facile raggiungere il centro con le navette oppure affittando un'auto: in poco più di un'ora si arriva in città e si può iniziare la visita. Per raggiungere le mete più distanti come il Drottningholm Palace o, se si ha a disposizione qualche giorno in più, per visitare anche la pittoresca regione del Dalarna, la scelta migliore si rivela proprio l’auto a noleggio, perché consente la massima libertà di spostamento e anche un notevole risparmio economico.

Palazzo Drottningholm

Avere una carta di credito sempre a portata di mano

Un’altra cosa, appena entrerete in un qualsiasi negozio di Stoccolma, vi accorgerete che gli svedesi usano davvero poco il denaro in contanti, che – per la cronaca – in Svezia non è l’Euro, ma la corona svedese. Il consiglio è quindi quello di portare con sé la propria carta di credito. Così vi sentirete immediatamente integrati con la tecnologica popolazione locale e potrete ordinare in questo modo il vostro caffè mattutino.

Provare il rituale del caffè lungo svedese

A proposito, gli svedesi adorano il caffè e ne bevono a litri, ma dimenticatevi l’espresso italiano. Qui il caffè si beve in modo completamente diverso, sia come preparazione che come “rituale”: dopo aver ordinato, vi ritroverete davanti una tazza vuota, che dovrete riempire da soli servendovi da una caraffa. Il caffè tipico è il “lungo svedese” e il modo migliore per gustarlo è abbinandolo a dei dolci tradizionali, come le kanelbullar (girelle alla cannella), oppure dopo aver cenato in uno dei tanti ristoranti etnici della città.


Kanelbullar

Visitare la città vecchia: Gamla Stan

Tra le mete da vedere assolutamente la città vecchia (Gamla Stan), con i suoi vicoli e i suoi ponti, la Cattedrale (Storkyrkan),ilPalazzo Reale e la collina di Skansen con il museo Vasa. Da non perdere anche i bunker di Alfred Nobel, l’ideatore dell’omonimo premio internazionale, e i verdissimi parchi, come l’Haga Parken.

Page author

Articolo di Giorgia

21 Post