Save

Cosa vedere a Seattle in due giorni

Page author

by Antonio - 25 aprile 2018

Seattle è una metropoli proiettata al futuro, ma ancora profondamente in contatto con le sue origini. Si trova su una sottile lingua di terra tra il lago Washington, le montagne e l’oceano Pacifico, una combinazione unica che crea alcuni dei paesaggi più suggestivi ed incontaminati della West Coast. Ma questa importante città ha visto anche nascere giganti di internet, come Amazon e Microsoft, e dell’aviazione, come Boeing. Se in passato era molto importante l’industria navale e del legno, oggi gioca un ruolo da protagonista l’industria del caffè, grazie a compagnie conosciute in tutto il mondo come Starbucks.

Ma ci sono anche grattacieli avveniristici, divertimento, mercati locali dai mille colori ed una tradizione culinaria ricca di piatti tipici. Vi basteranno 48 ore per rimanere affascinati da questa città dalla bellezza contrastante. Ecco allora cosa vedere a Seattle in due giorni.

Il primo Starbucks della storia

Ogni città ha le sue icone e Seattle non fa eccezione. Uno dei luoghi simbolo della città è il primo locale aperto dalla celebre catena del caffè Starbucks. Questo bar è la location perfetta per iniziare la vostra visita in città con un bel cappuccino fumante, ovviamente con il vostro nome sulla vostra tazza. Celebrato con un’apposita scritta commemorativa, il cafè “Ground Zero” – così lo chiamano all’interno della compagnia – si trova nel centralissimo Pike Place Market, un mercato cittadino in cui potrete trovare veramente di tutto.

Il Chihuly Garden and Glass

Siete pronti per emozionarvi? L’esposizione Chihuly Garden and Glass ospita diverse opere d’arte, tutte realizzate in vetro soffiato. Si trova all’interno del Seattle Center, celebre per la futuristica torre Space Needle, vero e proprio simbolo della città. Visitando la galleria si entra in un mondo in cui la creatività si esprime attraverso forme di ogni foggia, trasparenze, installazioni di luci ed un tripudio di colori. La collezione occupa sia gli spazi interni che quelli esterni, con opere perfino tra le piante del giardino. Vale assolutamente il prezzo del biglietto.

Il Museum of Pop Culture

Sempre all’interno del Seattle Center si trova un altro museo davvero particolare. Si tratta del Museum of Pop Culture (MoPOP), dedicato alla cultura popolare contemporanea. L’esposizione ospita diversi cimeli della storia del rock e del grunge, in particolare dei musicisti originari della città come Jimi Hendrix, i Nirvana e i Foo Fighters. Progettato dall’archistar Frank Gehry, l’edificio presenta una forma ondeggiante con un luccicante rivestimento in acciaio di color argento e porpora.

Il lungomare della città

In una città come Seattle l’elemento principale è l’acqua e quale punto migliore per apprezzarlo se non il lungomare? Il Waterfront è il posto perfetto per una romantica passeggiata tra i negozietti caratteristici, i ristoranti di pesce e le pittoresche barche del porto. Non manca il divertimento con il molo e la ruota panoramica, da cui ammirare un panorama mozzafiato.

Il panorama da Queen Anne Hill

Dopo aver visitato il centro, dirigetevi in direzione nord ovest per raggiungere il punto più panoramico della città (escluso lo Space Needle naturalmente). Stiamo parlando di Queen Anne Hill, un quartiere altolocato che si trova sull’omonima collina. Il modo più facile di raggiungere la cima è noleggiare un’automobile a Seattle: una volta arrivati sarete ripagati dalla splendida vista sulla città e sullo stretto di Puget.

Page author

Articolo di Antonio

26 Post