Save

Estate di San Martino con Hertz. Un viaggio nel tempo in Calabria

Page author

by Hertz - 07 novembre 2017

Quante volte hai sentito la frase “non ci sono più le mezze stagioni”? Una sentenza nazionalpopolare che ogni anno pone l’attenzione sui cambiamenti climatici. Come tutte le frasi fatte ha però un suo fondo di verità, ma per fortuna, in alcune aree geografiche, le mezze stagioni ci sono eccome, o perlomeno ancora si festeggiano. È il caso del nostro Bel Paese, e dell’Estate di San Martino, il periodo dell’anno in cui, dopo le prime rigidità stagionali, si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore e che coincide con la festa dell’omonimo santo l’11 novembre. 

Ecco allora che il tuo itinerario questa volta parte dall’aeroporto di Lamezia Terme, in quella terra calabra dove l’autunno si scopre in tutto il suo caldo splendore. Se sei socio Gold Plus Rewards potrai approfittare dell'offerta che ti garantisce fino al 30% di sconto per festeggiare all’insegna del risparmio la mezza stagione prima dell’inverno. Diventare socio è gratuito e rapidissimo e ti consentirà di avere un’offerta migliore rispetto ai non-soci. 

Scegli il veicolo che più si avvicina al tuo stile di guida e scalda i motori in direzione Scalea, raggiungibile facilmente grazie alla statale 18. 

Situato nella meravigliosa Riviera dei Cedri, il paesino in provincia di Cosenza, gode di una natura meravigliosa e incontaminata adagiata sul Golfo di Policastro, splendida insenatura sul mediterraneo e ultima occasione per godere di un mare azzurro, limpido e cristallino prima dell’arrivo del grande freddo. Se a novembre il bagno è riservato ai più temerari, potrai approfittare dello spettacolo del Tirreno direttamente dalla Torre Talao, simbolo della città, costruita da Carlo V. Il promontorio dove poggia la torre era una volta un grande scoglio distaccato dalla terra ferma, le cui grotte erano abitate in epoca preistorica: un sito dalla rilevanza storica e naturalistica assolutamente da non perdere. 

A soli 10 minuti di macchina da Scalea, una tappa imperdibile è San Nicola Arcella, piccolo comune a strapiombo sul mare dove visitare uno dei lidi più singolari e affascinanti d’Italia: la spiaggia dell’Arcomagno. Un paradiso terrestre che in questo periodo dell’anno può regalarti emozioni uniche. La luce inimitabile dei tramonti autunnali filtra dalla piccola apertura tra le rocce che formano il caratteristico ponte naturale sull’acqua, conferendo a questa location un’atmosfera semplicemente magica.

Merito anche della minor quantità di turisti che d’estate popolano la costa calabrese, il mare d’autunno è sicuramente spettacolare, ma l’entroterra non è da meno.

Sempre seguendo la SS 18, la prossima tappa del tuo itinerario è il Parco Nazionale del Pollino. Esteso per oltre 192.000 ettari di natura incontaminata tra la catena montuosa dell’Appennino meridionale, il parco è l’area protetta più estesa d’Italia. Dalle volpi ai lupi, per chi è appassionato di animali, il parco rappresenta un’occasione per vedere nel loro habitat naturale moltissimi esemplari di fauna appenninica, compreso il rarissimo Driomo Calabrese, un particolare scoiattolo che sembra uscito da un libro delle fiabe. Oltre ai siti naturali puoi approfittare dei numerosi santuari e castelli presenti nel parco: luoghi ameni dove trovare la pace dei sensi. 

Dopo tanto cammino è arrivato il momento di fermarsi e riposare nell’ultima tappa del tuo percorso. Risali in macchina e raggiungi in poco più di 30 minuti la città di Saracena, un piccolo borgo ai piedi dei Monti di Orsomarso che ammicca alla grande riserva.

Potrai goderti una giornata di relax in un’atmosfera gioiosa tra gli antichi vicoli che si inerpicano per la cittadella. In occasione dell’estate di San Martino, come da tradizione, si aprono le prime botti di vino da abbinare alle squisitezze gastronomiche calabresi. Rinomati sono i barili di Moscato di Saracena, un vino passito presidio Slowfood, di elegante e raffinata persistenza e dal gusto piacevolmente amarognolo, che già nel Cinquecento aveva conquistato i favori di Papa Pio IV. 

“Non ci sono più le mezze stagioni?” Tornato a casa potrai finalmente obiettare a questa frase, affermando che basta avere una meta ben precisa e un’auto al tuo fianco per scoprire ancora le mezze stagioni in tutto il loro splendore.

Page author

Articolo di Hertz

271 Post