Save

Filadelfia: sulla strada della libertà

Page author

by Conrad - 24 gennaio 2018

La città di Filadelfia ha avuto un ruolo fondamentale nella storia degli Stati Uniti e nel processo di liberazione dal controllo dell’Impero britannico. Visitare Filadelfia significa rivivere l’atmosfera e gli eventi che hanno portato le prime tredici colonie americane ad affrancarsi dalla madrepatria, facendo nascere gli Stati Uniti d’America. Per questo nella città della Pennsylvania si possono vedere monumenti e siti di interesse che riguardano i temi della libertà, dell’incarcerazione e dell’indipendenza.

Situata sulla riva occidentale del fiume Delaware, Filadelfia è una delle città più antiche degli Stati Uniti – è stata fondata nel 1682 dal quacchero William Penn – ed anche una delle più grandi ed importanti. Oggi la popolazione è di circa un milione e mezzo di abitanti, ma l’area metropolitana sfiora i sei milioni. Come tutte le città americane, è caratterizzata da grandi distanze e di conseguenza il modo più efficiente ed economico per visitarla è noleggiare un’auto, magari direttamente all’aeroporto internazionale, uno dei principali hub del nord America e del mondo. Una volta arrivati nel centro città, che dista circa 11 chilometri dall’aeroporto, si possono iniziare a visitare i tanti monumenti simbolo di Filadelfia.

L’Independence Hall e National Park

Se siete appassionati di storia americana, cosa visitare a Filadelfia se non l’Independence Hall? Questo è il luogo dove è stata scritta la Dichiarazione di Indipendenza e dove è stata discussa ed adottata anche la Costituzione degli Stati Uniti. Insomma, i due documenti più importanti del Paese sono stati redatti tra le mura di questo edificio in stile Georgiano, oggi dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Completato nel 1753, l’Independence Hall ha dapprima ospitato la State House della provincia della Pennsylvania, mentre successivamente è stato sede delle importanti assemblee per cui è conosciuto: il Secondo Congresso Continentale, dal 1775 al 1785, e la Convenzione di Filadelfia del 1787.

La visita è gratuita e sono disponibili delle guide molto preparate che vi racconteranno tutti gli aneddoti sull’indipendenza americana. L’Independence Hall si trova all’interno dell’Independence National Historical Park, un’area di ben 18 ettari all’interno della città che contiene luoghi e monumenti storici legati all’indipendenza degli Stati Uniti. L’Independence Park è classificato come parco nazionale ed è chiamato “il miglio quadrato più storico d’America”. Qui sono infatti presenti altri edifici storici, come la prima e la seconda banca creata negli Stati Uniti, la Carpenter’s Hall (sede del Primo Congresso Continentale) e la City Tavern, la taverna frequentata dai delegati.

Liberty Bell Center: un simbolo di indipendenza e libertà

Come l’Independence Hall, anche il Liberty Bell Center fa parte dell’Independence National Historical Park. Si tratta dell’edificio che oggi conserva la celebre Liberty Bell, uno dei simboli della Rivoluzione americana e della lotta alla schiavitù. La campana ha una grande importanza storica perché fu fatta suonare l’8 luglio 1776 per radunare i cittadini in occasione della lettura della Dichiarazione di Indipendenza. In quanto simbolo di libertà, fu adottata successivamente dal movimento abolizionista e suffragista nella lotta contro la schiavitù. Negli Stati Uniti è forse il più importante simbolo di lotta per i diritti e per le libertà. Una curiosità: la campana presenta una vistosa crepa, che si è formata al primo utilizzo e, nonostante i tentativi di ripararla, è stata successivamente installata nella torre della State House (cioè l’attuale Independence Hall).

Liberty Observation Deck: la città da un’altra prospettiva

Lo One Liberty Observation Deck èassolutamente da non perdere se si vuole ammirare una veduta panoramica di Filadelfia. Si trova al 57esimo piano dello One Liberty Place, l’edificio più alto dell’omonimo complesso di grattacieli Liberty Place, che dalla fine degli anni ’80 domina lo skyline della città. L’osservatorio, chiamato anche “Philly from the Top”, si trova a 269 metri di altezza ed è il punto più alto visitabile dal pubblico a Filadelfia. La vista da lassùè a 360 gradi e sono disponibili mappe interattive per orientarsi ed individuare tutti i punti di interesse.

Eastern State Penitentiary: una delle prigioni più famose

Situato nel quartiere Fairmount, l’Eastern State Penitentiary, è una celebre prigione di Filadelfia, oggi monumento storico nazionale (National Historic Landmark). Conosciuto anche come ESP, in questo carcere tra il 1829 e il 1971 sono stati detenuti delinquenti famosi come il “ladro gentiluomo” Willie Sutton e Al Capone. Dopo una importante ristrutturazione, il penitenziario è stato trasformato in monumento storico con un museo. È visitabile tutto l’anno e sono disponibili tour guidati all’interno della struttura, comprese alcune celle d’isolamento.


Philadelphia

Questi sono solo alcuni dei tanti monumenti e luoghi simbolici della storia americana a Filadelfia. La città, che è stata anche capitale per un breve periodo, rappresenta al meglio i valori di indipendenza, libertà e giustizia, su cui i padri fondatori degli Stati Uniti hanno costruito la società americana. Se siete negli Stati Uniti, Filadelfia vale decisamente una visita.

Page author

Articolo di Conrad

82 Post