Save

I luoghi da visitare nei dintorni di Bruxelles

Page author

by Antonio - 24 aprile 2018

Bruxelles è la destinazione perfetta per chi cerca una combinazione perfetta di tradizione, cultura e buona cucina. Fuori dagli itinerari del turismo di massa, la capitale del Belgio è anche la capitale amministrativa dell’Unione Europea, con la sede dei centri decisionali più importanti. Ma oltre al suo lato formale, Bruxelles rivela ai suoi visitatori il suo lato più affascinante, tra monumenti storici e locali alla moda, importanza istituzionale e sobrietà, tradizioni locali e multiculturalità.

Situata al centro dell’Europa, la capitale belga può essere la destinazione del vostro viaggio, oppure il punto di partenza per visitare le altre città belghe come Antwerp, Ghent e Bruges, il piccolo stato del Lussemburgo oppure i vicini Paesi Bassi. Il modo migliore per visitare le tante cittadine del Belgio è noleggiare un’auto a Bruxelles: oltre ad una impareggiabile libertà di spostamento, si potrà guidare attraverso gli splendidi paesaggi rurali del paese, trasformando i tragitti in una parte integrante dell’esperienza di viaggio. Ecco allora alcune delle ragioni per cui dovreste assolutamente includere Bruxelles nel vostro itinerario.

L’Atomium di Bruxelles

L’Atomium è un vero e proprio simbolo di Bruxelles. Il celebre monumento in acciaio rappresenta gli atomi di una molecola di ferro, un chiaro riferimento alla scienza e alla chimica. Situato all’interno del parco Heysel, l’Atomium è stato realizzato in occasione dell’Esposizione Universale del 1958 dall’architetto André Waterkeyn. Le sfere, che hanno un diametro di 18 metri, sono visitabili e sono collegate da scale mobili all’interno dei “legami” della molecola, la quale raggiunge un’altezza totale di 102 metri. Assolutamente da vedere anche per godere della vista sulla città attraverso i caratteristici “oblò” della struttura.

Waterloo

Chi non conosce Waterloo? La piccola cittadina belga è nota per l’omonima battaglia del 18 giugno 1815 tra le truppe francesi e la coalizione di Regno Unito, Austria e Prussia che portò alla clamorosa sconfitta di Napoleone. Situata a circa quindici chilometri da Bruxelles, Waterloo è facilmente raggiungibile in auto imboccando la statale N5 in direzione della provincia del Brabante Vallone. Una volta arrivati, sono davvero tanti i luoghi di interesse del sito: il campo di battaglia con la caratteristica “collina del leone”, il Museo Wellington, dedicato al celebre generale alleato, l’ultimo Quartier Generale di Napoleone, la Cappella Reale e un museo delle cere. All’interno del Centro Visitatori, praticamente ai piedi della collina, è anche possibile assistere alla proiezione di filmati e ricostruzioni della battaglia in cui combatterono ben 200mila soldati.

Aalst

Un’altra cittadina facilmente raggiungibile in auto da Bruxelles è Aalst, situata nella provincia delle Fiandre Orientali a circa 29 chilometri dalla capitale. Il pittoresco borgo cittadino si trova sulla sponda sinistra del fiume Dendre ed è caratterizzato da un’atmosfera tranquilla e rilassata. Da non perdere lo storico mercato dei fiori (Bloemenveilinghal), che con i suoi colori si rivela una location perfetta per arricchire il vostro profilo Instagram di foto pittoresche. Meritano una visita anche la piazza Grote Markt, la vicina chiesa Sint-Martinuskerk e il municipio Schepenhuis, costruito originariamente nel 1225.

Aalst

Moorsel

Se siete arrivati fino ad Aalst, proseguite per altri cinque chilometri ad est per raggiungere la cittadina di Moorsel. Qui potrete visitare il Waterkasteel, una fortificazione protetta da un fossato costruita interamente con mattoni rossi. Voluto nel 1546 dall’abate Karl de Croy, vescovo di Tournai, era utilizzato come residenza estiva.

Il Lussemburgo

Bruxelles è la base di partenza ideale per visitare questo piccolo stato indipendente nel cuore dell’Europa continentale. Situata al confine con la parte sud-occidentale del Belgio, il Lussemburgo è facilmente raggiungibile in auto percorrendo l’autostrada E411. Questa città circondata tra i monti vanta un’importanza strategica in Europa, nonostante sia grande appena 1650 chilometri quadrati e abbia una popolazione di soli 500mila abitanti. E’ infatti una delle tre capitali dell’Unione Europea insieme alla stessa Bruxelles e a Strasburgo, con la presenza sul suo territorio di importanti istituzioni. Il Palazzo Granducale e la cattedrale di Notre-Dame sono tra luoghi da visitare nel piccolo centro storico, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Bruges

Se siete a Bruxelles, perché non visitare anche la caratteristica città di Bruges? Questo importante centro delle Fiandre Occidentali vanta un centro cittadino ricco di storia e monumenti, che le è valso il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità. Non perdete la piazza del mercato, il Burg con il Municipio e la Basilica del Santo Sangue, ma anche la cattedrale di San Salvatore e i tanti musei. Tra tutti spicca quello dedicato alle patatine fritte, una ricetta originaria proprio del Belgio (e non della Francia come spesso si crede).

Bruges

Il più grande giardino giapponese d’Europa

Visitando il Belgio può capitare di trovare anche un po’ di Giappone. Nella città di Hasselt, infatti, si trova il più grande giardino giapponese d’Europa, il Japanse Tuin Hasselt. Il giardino si estende su una superficie di ben 25.000 metri quadri e presenta laghetti con carpe colorate, ordinati corsi d’acqua sormontati da ponticelli e pittoreschi sentieri tra alberi in fiore, compresi gli alberi di acero.

Page author

Articolo di Antonio

26 Post