Save

I parchi e le attrazioni marine più belle di Brindisi

Page author

by Giorgia - 27 aprile 2018

Importante centro già dai tempi dei Romani, Brindisi si contraddistingue ancora oggi come uno dei maggiori porti naturali del Mediterraneo. Indubbiamente ricchissima di storia, arte e cultura, Brindisi è una località assai attrattiva anche per le sue bellezze naturali, variegate e suggestive che caratterizzano i suoi splendidi dintorni. Con la sua natura selvaggia da esplorare che riserva moltissime cose da fare e da vedere, Brindisi si presta bene come meta di viaggio per famiglie e come ottima destinazione per delle gite fuori porta.

Ecco quindi la nostra Top 5 delle attrazioni a tema naturalistico assolutamente da non perdere durante una visita a Brindisi.

Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo

Impossibile non rimanere affascinati da questa zona: dagli oliveti secolari alla via Traiana, dai siti archeologici con tracce di insediamenti rupestri alle antiche masserie; il tutto immerso in un habitat preziosissimo, dimora di numerose specie protette in cui non è raro imbattersi. Attraverso svariati percorsi escursionistici è possibile esplorare il meraviglioso parco alla volta di affascinanti itinerari storico-archeologici.

Bosco di Cerano

Tra il Comune di Brindisi e quello di San Pietro Vernotico, quest'area custodisce l'ultima parte di foresta che prima si estendeva su gran parte della costa. Il “Tramazzone” è composto principalmente da lecci, olmi e carpini neri che per ben 1000 ettari ospitano un'ampia varietà di specie animali, quali la volpe, il tasso, l'usignolo e il fringuello.

Area Marina Protetta di Torre Guaceto

Estendendosi sulla costa adriatica dell'alto Salento, questa zona comprende paesaggi variegati e suggestivi, come dune alte quasi 15 metri e litorali eterogenei e dai contorni frastagliati. Proseguendo verso Punta Penna Grossa, invece, potrete trovare una bella costa bassa e sabbiosa. La grande diversità di questa zona si presta bene per innumerevoli attività, tra cui sicuramente il seawatching, mentre le tante calette e il mare suggestivo rimandano a un vero e proprio paradiso terrestre e invitano al relax.


Brindisi

Saline di Punta della Contessa

Spostandovi qualche chilometro più a sud di Brindisi, tra Capo di Torre Cavallo e Punta della Contessa, potrete ammirare questa splendida zona umida, di grande interesse sia dal punto di vista faunistico che paesaggistico. All'interno dell'area è possibile trovare delle strutture dedicate al birdwatching grazie alle quali potrete scorgere numerose specie tra cui aironi e germani reali.

Bosco di Santa Teresa e dei Lucci

Distante pochi chilometri a sud-ovest di Brindisi, questa riserva naturale custodisce un bel bosco di sughera, molto importante dal punto di vista bio-geografico proprio per la sua rarità nella versante adriatico dello stivale. Rigoglioso e profumato, il bosco è il rifugio sicuro di istrici, lepri, scoiattoli e ghiri, mentre non è raro imbattersi nel volo di picchi, capinere e pettirossi.

Visitare Brindisi e i suoi dintorni può essere un'esperienza affascinante sia per chi ricerca la tranquillità a contatto con la natura, sia per chi invece ha desiderio di avventura tra sport, scoperta e divertimento. Noleggiare un'automobile a Brindisi è l'opzione più consigliata per potersi muovere più agevolmente e raggiungere anche le località più fuori mano.

Page author

Articolo di Giorgia

21 Post