Save

I segreti più belli di Catania

Page author

by Martina - 15 ottobre 2018

Vanta una storia che risale al XIII secolo a.C.: Catania fu conquistata nel corso dei secoli da numerose popolazioni tra cui greci, romani, bizantini, normanni e spagnoli. Non stupisce quindi come l'eredità storico-culturale sia ricchissima, vantando monumenti che vanno dall'Oregon romano, alla Cappella Bonajuto bizantina, dall'Aci Castello normanno alle Mura aragonesi di Carlo V.

Catania è l'esempio di come una città possa coniugare perfettamente le bellezze artistico-culturali della tradizione con quelle naturali: clima, storia, gastronomia mettono d'accordo davvero tutti, ma gli amanti della natura possono trovare qui il punto di partenza perfetto per una bellissima gita fuori porta. Ed è proprio per questo che vi proponiamo una breve guida di viaggio sulle attrazioni naturali più suggestive della città, raggiungibili comodamente noleggiando un'automobile



Catania

Parco dell'Etna

Oasi naturale di ben 59mila ettari, custodisce un ambiente naturale davvero unico e indimenticabile per chiunque lo visiti. Boschi, sentieri e scorci vi lasceranno senza parole quando percorrendoli, vi ritroverete ad ammirare l'imponenza dell'Etna, Patrimonio dell'Umanità Unesco che domina incontrastato il paesaggio della Sicilia orientale. 

Isola Lachea

Compresa nel sistema delle Isole Ciclopiche, l’isola Lachea è raggiungibile in macchina dirigendosi verso Nord, tramite la SS114 che dovrete percorrere per circa 12 km.

Di origine vulcanica, questa bellissima riserva naturale ospita numerose specie di pesci che animano le acque in cui gli appassionati di sub potranno ammirare, a 20 metri di profondità, splendidi fondali caratterizzati da colonie di Gorgonia Gialla. Fuori dall'acqua invece, la zona si rende molto adatta anche per il birdwatching, essendo popolata da molti esemplari tra cui il Falco di palude, il Falco pellegrino e il Cormorano.



Catania

Oasi del Simeto e Forre Laviche

Importantissima per quanto riguarda il paesaggio e l'avifauna, questa meravigliosa oasi sorge a 18 km a sud di Catania, si ramifica sulla foce del fiume Simeto da cui prende il nome, fino ad arrivare al laghetto Cornalunga. La zona è particolarmente interessante per le sue Forre Laviche, profonde gole di natura vulcanica incorniciate da cascate nascoste nella macchia mediterranea. Insomma, un contesto unico popolato da tanti animali come volpi, lepri, aironi e rapaci. L'oasi è inoltre di grande importanza soprattutto perché è tappa fissa per molti uccelli migratori e per la tartaruga marina Caretta Caretta, ed è visitabile attraverso escursioni con guide naturalistiche a piedi, in mountain bike o a cavallo, alla scoperta di un luogo magico e vivo che non smette mai di stupire, a qualsiasi età.

Gole Alcantana

Situate nella Valle dell'Alcantara, distante un'ora circa da Catania, le gole si estendono all'interno del Parco Fluviale dell'Alcantara e vi regaleranno uno spettacolo mozzafiato, sicuramente annoverato tra i più suggestivi dell'isola.

Profonde fino a 25 metri, sono un canyon naturale la cui visita è imperdibile, specialmente tra maggio e settembre, quando l'acqua è bassa. Di sicuro non è un percorso adatto a tutti, poiché piuttosto impegnativo, ma garantiamo che la fatica verrà ampiamente ripagata.

Page author

Articolo di Martina

23 Post