Save

Il lato alternativo di Las Vegas

Page author

by Margherita Ragg - 28 settembre 2018

Las Vegas è nota come la capitale mondiale del gioco d’azzardo e del divertimento sfrenato. Tantissimi turisti da tutto il mondo raggiungono questa città circondata dal deserto del Mojave per assecondare la voglia di sfidare la fortuna o per assistere ai suoi celebri spettacoli nei teatri, molti dei quali riservati ad un pubblico adulto. Non c’è da meravigliarsi quindi che Las Vegas si sia conquistata il titolo di “città del peccato”.

Oggi però la città vuole lasciarsi alle spalle il passato e sta puntando forte su una nuova immagine, meno legata ai “vizi” e più orientata al divertimento a 360 gradi. Sarebbe stato difficile a credersi fino a qualche anno fa, ma Las Vegas sta sempre più diventando una città adatta anche al turismo per famiglie e perfetta per chi vuole divertirsi anche lontano dal tavolo verde. Ecco una breve guida al lato alternativo della città e alle più interessanti location nei suoi dintorni raggiungibili noleggiando un'auto.



Las Vegas

Kayak sulla Diga di Hoover

A meno di 50 chilometri da Las Vegas, lungo il corso del fiume Colorado, è presente una delle più famose dighe degli Stati Uniti e del mondo. Stiamo parlando della diga di Hoover, che fu costruita negli anni ’30 per regolare la portata del fiume e produrre energia elettrica a basso costo. Il risultato fu una diga alta 210 metri e la creazione del più grande lago artificiale d’America, il lago Mead. Il modo migliore per rendersi conto della maestosità di quest’opera ingegneristica è navigare fino alla base della diga a bordo di un kayak. Vengono organizzate delle apposite escursioni con una guida che accompagna i turisti alla scoperta della storia del Black Canyon. L’accesso alla diga è limitato per motivi di sicurezza, quindi se siete interessati, prenotate con largo anticipo.

Visitare l’Art District

Las Vegas non è proprio la prima città che viene in mente quando si parla di arte. Eppure tra i suoi quartieri si sta sviluppando una importante scena artistica locale, in particolare nel cosiddetto Las Vegas Art District. Si tratta di un’area della città in cui è elevata la presenza di gallerie d’arte, studi di artisti e musei d’arte ricchi di quadri prestigiosi, sculture e installazioni. Il distretto è anche soprannominato “18b” perché comprendeva originariamente 18 “blocks” della città. Lontano dalle scintillanti luci della strip, qui si può riscoprire il lato più autentico della città.



Las Vegas

Escursioni nel Red Rock Canyon

Non molti sanno che “la città del peccato” è un ottimo punto di partenza per la visita dei tanti parchi naturali che si trovano tra Nevada, Arizona e Utah. Uno dei più vicini è il Red Rock Canyon, situato ad appena 25 chilometri dalla città. Come dice il nome, qui è possibile vedere le formazioni di roccia rossa tipiche della zona. Non dimenticate la fotocamera per immortalare i suggestivi paesaggi che qui potrete ammirare.

Visitare il Mob Museum

Lasciata alle spalle la natura selvaggia del Nevada, immergetevi nella parte meno sfavillante della città di Las Vegas, ma che merita assolutamente una visita. Non perdete il Mob Museum, dedicato alla storia del crimine organizzato negli Stati Uniti e a Las Vegas in particolare. Qui si può vedere ad esempio il muro originale su cui è avvenuto il celebre massacro di San Valentino ad opera di Al Capone o le prime slot machine, che contribuirono a rendere Las Vegas la capitale del gioco anche grazie agli interessi della mafia. Una importante parte del museo è dedicata alle azioni intraprese dal governo degli Stati Uniti per contrastare il crimine.

Page author

Articolo di Margherita Ragg

3 Post