Save

In viaggio con Hertz a Nord-est, a caccia di stelle e mostre stellari

Page author

by Hertz - 31 ottobre 2017

Ogni scusa è buona per fare un pieno di arte e cultura, e in questo caso, approfittiamo di una favorevole congiunzione astrale per proporre un interessante itinerario nel Nord-est del Bel Paese. Venezia, Padova e Vicenza sono tre stelle nel firmamento culturale Italiano che in questo periodo, abbinano a quanto di meraviglioso hanno già da offrire, una vera e propria costellazione di grandi mostre ed eventi che le rendono le stelle polari che ogni appassionato e curioso dovrebbe seguire per regalarsi un weekend, o volendo, un Ponte di Ognissanti indimenticabile.

Il tour inizia non a caso dall’aeroporto Marco Polo di Venezia. Infatti, prenotando un noleggio a ottobre, potrai approfittare dell’offerta Hertz Sale con uno sconto fino al 25%. Oppure, se vuoi farti prendere subito dal mood artistico dell’itinerario, potrai optare per un’auto che nella sua versione più moderna ha ispirato nientepopodimeno che Andy Warhol: la Volkswagen Beetle, presente nella Fun Collection.

Se il tuo primo istinto sarà di puntare verso la città lagunare, desisti, perché l’abbiamo lasciata per il gran finale. La prima tappa sarà invece la splendida città di Padova, facilmente raggiungibile in meno di 45 minuti percorrendo la A4. Fra le visite immancabili non possiamo non citare la Cappella degli Scrovegni che ospita gli affreschi di Giotto, la Basilica di Sant’Antonio che conserva le reliquie del Santo e la Torre dell’Orologio che si fregia dell’Orologio Astronomico più antico al mondo. Ed è proprio questo sito stellare il presupposto per visitare il luogo universalmente riconosciuto come la culla dell’astronomia moderna. Fu proprio nella città Veneta che Galileo Galilei perfezionò i primi rudimentari cannocchiali per trasformarli in strumenti di osservazione scientifica che lo portarono a studiare la composizione della Via Lattea e a scoprire i 4 principali satelliti di Giove. Nel Planetario di Padova, potrai soddisfare la tua sete di conoscenze astronomiche con le mille attività e osservazioni reali programmate tutti i giorni della settimana. E per essere sicuro di goderti lo spettacolo virtuale del planetario, è sempre meglio prenotare. 

Lasciando Padova e le sue stelle, è tempo di proseguire verso ovest in direzione Vicenza. Nella splendida città rinascimentale, potrai assistere a un evento unico come la più grande mostra su Van Gogh mai realizzata in Italia ospitata all’interno di un magnifico palazzo patrimonio dell’umanità UNESCO come la Basilica Palladiana. La mostra “Linea d’Ombra”, in cartellone fino al 8 aprile 2018, ospita 43 dipinti e 86 disegni del maestro olandese, provenienti da collezioni di tutto il mondo che esplorano soprattutto il quinquennio dal 1880 al 1885, periodo particolarmente tormentato nella vita dell’artista vissuto principalmente sul suolo natio. Oltre a una puntuale ricostruzione filologica della vita di Van Gogh, la mostra ospita con un grande plastico di 20 metri quadrati la ricostruzione della casa di cura per malattie mentali di Saint-Paul-de-Mausole a Saint-Rémy, dove scelse di ricoverarsi per un anno prima di togliersi la vita.

Archiviata la doppietta Van Gogh – Vicenza, è ora di Viaggiare (con la v maiuscola) sulla A4 verso un altro luogo simbolo di raffinatezza e spensieratezza. La Riviera del Brenta fu creata, a partire dal XV secolo, dalle famiglie patrizie veneziane inizialmente come luogo di villeggiatura. Disseminate lungo il Naviglio del Brenta, potrai ammirare innumerevoli Ville Venete, alcune progettate dal noto architetto Andrea Palladio e in quest’atmosfera slow di bucolica signorilità, ricaricare le batterie in attesa di tuffarsi fra le calli di Venezia. E per una sosta golosa, consigliamo di visitare nel pittoresco paesino di Dolo il Torronificio Scaldaferro per ridefinire i propri canoni di dolcezza.

Non rimane che la Serenissima sul proprio taccuino di viaggio e per raggiungerla comodamente con la tua auto, consigliamo di prenotare il parcheggio al Garage San Marco. Lasciata l’auto, ti basteranno 20 minuti a piedi per raggiungere il primo assaggio dell’esperienza artistica che ti aspetta. A Campo San Vio, a metà fra le Gallerie dell’Accademia e la Collezione Peggy Guggenheim, sarai letteralmente abbagliato da The Golden Tower, un obelisco dorato di 20 metri realizzato dall’enigmatico artista americano James Lee Byars scomparso proprio nella città veneta nel 1982. Quest’opera d’arte è una delle migliaia che dal 13 maggio al 26 novembre arricchiscono Venezia, diventata terra d’elezione per gli appassionati d’arte contemporanea di tutto il mondo, pronti a riversarsi in laguna per ammirare la 57° Esposizione Internazionale d’Arte, nota anche come Biennale.

La Biennale, a cura di Christine Macel e intitolata VIVA ARTE VIVA, è ospitata nei Giardini della Biennale, all’Arsenale e nelle location più prestigiose del centro storico di Venezia. Potrai ammirare lavori di 120 artisti, di cui 103 presenti per la prima volta nella Mostra principale, 86 Partecipazioni Nazionali, un progetto speciale e 23 Eventi collaterali selezionati.

Il tempo dell’itinerario è concluso ma le bellezze artistiche del nostro paese come le stelle sono infinite. Ti aspettiamo allora per il prossimo viaggio a bordo delle nostre collections.

Page author

Articolo di Hertz

272 Post