Save

L’RBS Sei Nazioni a Roma: luoghi assolutamente da visitare

Page author

by Conrad - 23 gennaio 2017

L’attesa è quasi terminata per gli amanti del rugby di tutto il mondo, perché l’RBS Sei Nazioni, il torneo più importante in assoluto di questo magnifico sport, è alle porte. Infatti, dal prossimo 4 febbraio fino al 18 marzo le squadre nazionali d’Inghilterra, Francia, Irlanda, Italia, Scozia e Galles si sfideranno per decidere il vincitore di questa competizione che ha più di 140 anni. Quale migliore scusa inoltre per visitare anche le straordinarie città che ospitano il torneo in attesa della partita?

 

In questa guida che abbiamo realizzato appositamente per voi, vogliamo concentrarci sui luoghi assolutamente da visitare a pochi passi dallo Stadio Olimpico di Roma. Una volta atterrati all’Aeroporto di Fiumicino noleggiate un'auto e organizzate un tour a tema sportivo per i dintorni di Roma.

 

Foro Italico

Si tratta di una serie d’impianti sportivi costruiti ai piedi del colle Monte Mario, di cui fanno parte tra gli altri lo stesso Stadio Olimpico che ospita la partite di football, lo Stadio del nuoto e quello del tennis. Costruito dal 1931 al 1933 in epoca fascista con il nome di Foro Mussolini, è fronteggiato da un obelisco di quasi 20 metri che riporta l’iscrizione “Mussolini Dux”. Sottolineiamo che l’entrata è gratuita.

 

Stadio dei Marmi

Situato a poca distanza dallo Stadio Olimpico, lo Stadio dei Marmi è una delle strutture adibite ad uso sportivo che compongono il Foro Italico. La sua storia è molto interessante, in quanto l’architetto Del Debbio lo ideò negli anni ’20 in epoca fascista e la sua costruzione terminò solo nel 1960 per ospitare le Olimpiadi dello stesso anno. Entrate gratuitamente per ammirare le 60 statue rappresentanti atleti che sono state donate da altrettante province italiane.

 

Teatro Olimpico

Altro luogo di primo piano nell’ambiente culturale della Capitale è questo teatro situato nel quartiere flaminio, definito anche “il palcoscenico di Roma”. Gli eventi in programma sono davvero svariati: si va dagli spettacoli di magia al teatro, per passare al Festival Internazionale di Danza del 2017.




Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Nel 2015 questo museo ha raggiunto lo status di luogo della cultura d’interesse nazionale. Al suo interno troverete non solo alcuni degli artefatti più importanti di epoca etrusca ma anche creazioni appartenenti alla civiltà greca, proprio grazie al fatto che Roma fu una terra d’incontro di popolazioni di diverse provenienze e culture tra l’VIII e V secolo a.C.

MAXXI

Il Museo Nazionale Delle Arti del XXI Secolo è uno dei maggiori centri d’arte ed architettura contemporanee, come già si può ben vedere dalla struttura esterna. L’architetto Hadid, vincitore dell’appalto, ha infatti creato un’opera superba che va al di là di qualsiasi aspettativa, con spazi dai volumi complessi che si alternano a pareti dalle linee curvilinee, gallerie illuminate dalla luce naturale e ampli spazi dedicati ad esposizioni permanenti e mostre temporanee.

Auditorium - Parco della Musica e Ponte della Musica

Questo complesso multifunzionale inaugurato nella Capitale nel 2002 su progetto di Renzo Piano ospita eventi per tutti i gusti. Si va dai concerti di artisti di primo piano apprezzati sia a livello nazionale sia internazionale, a mostre d’arte ed opere teatrali, passando per convegni e sfilate di moda dei più rinomati stilisti.

L’edizione 2017 della Sei Nazionirappresenta davvero l’occasione perfetta per combinare una visita alle città più belle d’Europa a qualche match di rugby, uno degli sport più avvincenti soprattutto per il grande spirito di squadra.

 

Page author

Articolo di Conrad

82 Post