Save

Musei strani a Minneapolis

Page author

by Margherita Ragg - 23 agosto 2019

Ognuno – soprattutto ogni amante dell’arte – dovrebbe scrivere a caratteri cubitali “Minneapolis” sulla propria lista dei luoghi da visitare. La città che ha dato i natali al genio musicale di Prince, infatti, non è solo la principale del Minnesota, ma anche una delle più prospere e vivaci dal punto di vista culturale e artistico degli Stati Uniti, grazie alla presenza di prestigiosi musei, chiassosi locali di musica dal vivo, ristorantini etnici e biologici, nonché teatri di primo piano a livello internazionale. 

Oltre, però, a musei all’avanguardia come il Walker Center che contribuiscono a darle una certa credibilità, Minneapolis vanta anche la presenza di musei meno convenzionali. La guida che vi proponiamo a seguire vi presenta appunto quelli che, secondo noi, sono alcuni dei musei più strani in assoluto in città, tutti raggiungibili in men che non si dica facendo affidamento al servizio di noleggio auto che le nostre agenzie locali mettono a vostra disposizione:



Minneapolis

House of Balls


Situato al 1504 di South 7th Street, questo museo è da circa trent’anni una delle più importanti istituzioni nel mondo dell’arte di Minneapolis. Aperto dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 16.00 con ingresso gratuito su donazione volontaria, la “Casa delle palle” deve il suo singolare nome al proprietario Allen Christian. Infatti, le sue creazioni principali, oltre a essere opere d’arte tanto belle quanto a tratti terrificanti riciclate da oggetti di seconda mano, sono proprio le palle da bowling. Queste ultime, che secondo lui hanno il potere di trasferire energia da un giocatore all’altro attraverso i buchi per le dita, non aspettano altro che essere incise per assumere nuova vita. 

Zoran’s Sculpture Park

Spostiamoci ora verso un’attrazione che, adagiata sulle rive del fiume Mississippi e in apparente costante costruzione, può regalarvi momenti di pace e tranquillità. Al numero 77 della 13th Avenue, su una strada senza uscita, vi attende un parco animato dalle strane strutture realizzate da Zoran Mojsilov, geniale artista di Belgrado. Sempre aperto e a entrata gratuita, si consiglia di approfittare dell’occasione non solo per visitarne le sculture minimaliste che lo caratterizzano, ma anche per fare un pic-nic con tutta la famiglia.

Pavek Museum of Broadcasting and Media Production



Minneapolis

Aperto dal 1988 a St. Luis Park, questo museo è uno dei più completi al mondo nel settore della tecnologia relazionata ai mezzi di comunicazione di massa. Su una superficie di 12.000 metri quadrati, troverete collezioni di apparecchiature radio e televisive risalenti a svariate epoche storiche. Qui, per esempio, avrete la possibilità di entrare in uno studio radiofonico originale degli anni ’60, oppure provare un Theremin, strumento musicale che, inventato nell’ex-Unione Sovietica nel 1919, si distingue per non richiedere alcun contatto fisico da parte dell’esecutore. Se viaggiate con i vostri figli, inoltre, non perdetevi uno dei bellissimi workshop che vi vengono organizzati ininterrottamente sin dal 1991.

Minnesota Amateur Baseball Hall of Fame

Quest’attrazione, ubicata al secondo piano del St. Cloud River’s Edge Convention Center sulle rive del Mississippi, è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. La sua particolarità non sta tanto nel fatto di essere esclusivamente dedicata al mondo del baseball, quanto piuttosto di essere un vero e proprio tributo dei locali ai loro concittadini che, in passato, hanno praticato questo bellissimo sport a livello amatoriale. Aperto dal 1963, ospita un’ampia collezione di uniformi, equipaggiamento, trofei e altri cimeli utilizzati nei campionati minori sin dal 1857.


Minneapolis

Bakken Museum

Situato al numero 3537 di Zenith Avenue South all’interno di una pregiata villa d’epoca, il Bakken si distingue per essere l’unica biblioteca e museo esistente dedicato all’elettricità in campo medico. Aperto dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00 e il fine settimana dalle 11.00 alle 17.00 con prezzi accessibili – 10 dollari per gli adulti e 5 dollari per i bambini di età compresa tra i 4 e i 12 anni –, il museo vanta collezioni di libri e artefatti, gallerie dedicate al mondo della scienza, la bio-tecnologia, le piante medicinali e alcune delle invenzioni più significative della storia. Per esempio, lasciatevi sorprendere da antichi strumenti per l’elettroterapia, la riproduzione del laboratorio di Frankenstein e uno spettacolo per bambini che vede come protagonista proprio il mostro di Mary Shelley.

Mill City Museum

Aperto tutti i giorni della settimana fino alle 5 del pomeriggio, con un prezzo che varia dai sei ai 12 dollari – per i minorenni e gli adulti rispettivamente – questo museo è stato nominato Monumento Storico Nazionale, ripercorrendo la storia di Minneapolis e del suo lungofiume. Anche se può sembrare incredibile che così tante persone lo visitino ogni anno – essendo ubicato in apparenza solo all’interno delle rovine di un vecchio mulino –, questo luogo vale davvero il prezzo del biglietto. Infatti, oltre a aver un tempo vantato la fama di mulino di maggiori dimensioni al mondo, fa oggi da portavoce della ricca storia dello Stato, la zona locale e l’industria molitoria.

Page author

Articolo di Margherita Ragg

9 Post