Save

PARCHEGGIO A "S", L'INCUBO È FINITO

Page author

by Hertz - 30 luglio 2018

Anche tu conosci qualcuno che non sa fare i parcheggi a "s", e se non lo conosci, forse quel qualcuno sei proprio tu.

Va detto, non è una manovra facile, e anche i più esperti ogni tanto sbagliano.

Puoi rovinare la ruota contro il marciapiede, toccare l'auto davanti, quella dietro, o bloccare il traffico nel tentativo di infilarti in spazi troppo stretti. Capita a tutti, no? 

Ci sono, però, alcuni trucchi per evitare di impazzire ogni volta che affronti un parcheggio a "s", forse non annullano completamente le difficoltà, ma di sicuro sono di grande aiuto. 

La soluzione più comoda (e pigra)? Se non ti senti sicuro, impara osservando qualcuno più abile di te. Grazie al servizio guidatore aggiuntivo, se noleggi un'auto Hertz, puoi lasciare il volante a chi, tra i passeggeri del viaggio, pensa di avere le carte in regola per parcheggiare.

Se invece vuoi metterti alla prova, per prima cosa assicurati che lo spazio sia abbastanza ampio per la tua auto. È vero, quando trovi un posto libero, ammettere che è troppo stretto e rassegnarsi a riprendere la ricerca non è per niente facile, ma forzare la manovra con acrobazie improbabili, fa solo perdere tempo. 

Quando sei sicuro di starci, la seconda cosa da fare è controllare che non ci siano elementi che spuntano dalle due auto tra le quali vuoi parcheggiare. Un esempio? Il gancio da traino: è piccolo, seminascosto e molto solido, se lo tocchi può provocare gravi danni alla tua auto. 

Ora, osserva l'altezza del marciapiede che fiancheggia la piazzola, se è molto alto devi fare attenzione, durante le manovre rischi di forare pizzicando la gomma, o di rovinare il cerchione.

Ok, fino a qui tutto bene, ma il bello arriva adesso. 

Affianca il veicolo davanti, minore è lo spazio a disposizione e più devi accostare vicino.

Metti la retromarcia e procedi all'indietro finché il tuo volante non è allineato ai sedili posteriori dell'altra auto. 

Un aiutino? Che sia il tuo passeggero o un passante, in questa fase vale la pena chiedere a qualcuno di guidarti dall'esterno. 

Ma se non c'è nessuno, niente panico. Infatti basta sterzare con decisione a destra portando il retrotreno verso lo spazio disponibile, finché la tua vettura non forma un angolo di circa 45 gradi con il marciapiede e la ruota posteriore non si trova a pochi centimetri dal cordolo.

Quando il tuo paraurti anteriore è più o meno allineato con quello posteriore della macchina davanti, raddrizza le ruote, poi sterza del tutto a sinistra e arretra lentamente.

Un altro segnale che ti permette di capire quando cambiare direzione è vedere la targa del veicolo anteriore al centro del tuo parabrezza. 

Con queste ultime manovre inserisci il muso nello spazio rimasto e contemporaneamente ti raddrizzi. Ecco fatto. 

E se il primo tentativo fallisce? Non preoccuparti, ricomincia dall'inizio e vedrai che provando e riprovando, riuscirai finalmente a parcheggiare.

Hertz ti permette di vivere al meglio non solo il viaggio, ma anche il parcheggio più difficile.

Iscriviti alla nostra newsletter, riceverai tutti gli aggiornamenti, le novità, gli upgrade, le offerte e gli sconti Hertz.

Page author

Articolo di Hertz

271 Post