Save

Roma Street Art Tour con Hertz, un nuovo modo di concepire la strada

Page author

by Hertz - 23 novembre 2017

Il Colosseo, San Pietro, Piazza Navona, il Tridente, Trastevere. Tutto bello, anzi, bellissimo. Ogni angolo di Roma trasuda storia, tradizione e un richiamo a un passato glorioso. Ma esiste un’altra Roma, quasi nascosta e sconosciuta agli stessi romani. La puoi scovare nei suoi quartieri più popolari e veri, dove una tribù di giovani writers e artisti di fama internazionale danno calore e colore a quelle che un tempo erano semplici facciate anonime di condomini. Per questo, in puro stile #GoViaHertz, vogliamo portarti in un viaggio alternativo alla scoperta di una Capitale insolita, un pellegrinaggio tra l’asfalto del Roma Street Art Tour: la galleria di murales a cielo aperto che mostra quelle pareti a cui bastano realmente pochi secondi per comunicare qualcosa, in primis, la bellezza. 

Tra più di 300 opere coinvolte, ti proponiamo il nostro personale itinerario scegliendo, oltre ai quartieri del centro, anche quelle zone meno turistiche e più periferiche spesso trascurate da un viaggiatore superficiale, ma che invece rappresentano l’anima e l’essenza di una metropoli, specialmente in un progetto legato all’arte popolare come questo.

Parti allora dalla stazione Termini, dove nella nostra agenzia, puoi prenotare la tua Toyota C-HR Hybrid, veicolo di punta della Hertz Green Collection: compatta, spaziosa ma soprattutto ibrida, è l’auto dal design avveniristico che ti consente di girare per l’Urbe anche in caso di blocco del traffico e ti dispensa dal pagare la sosta sulle strisce blu.

Sali in machina dunque e attraverso via Cavour, in direzione Colosseo, raggiungi il primo quartiere da visitare, Ostiense: lo storico municipio ai piedi delle Mura Aureliane.

Potrai goderti i murales di rinomati Street Artist che, nell’atmosfera post industriale della zona, hanno trovato terreno fertile per la loro immaginazione. I grandi dipinti, dall’atmosfera onirica, si trovano per la maggior parte nel tratto di Via Ostiense compreso tra Piramide e San Paolo, ma se vuoi scoprire anche le opere più nascoste, affidati a Rovescio, l’associazione che organizza veri e propri tour guidati. 

Detto questo, risali sulla tua Toyota Hybrid e guida silenziosamente in direzione sud, sulla dritta via Tuscolana, dove ti segnaliamo il Graff Dream: negozio punto di riferimento per gli appassionati delle bombolette spray. Arriva quindi nella storica borgata popolare del Quadraro, dove inizia la seconda tappa del nostro tour. Il consiglio questa volta è di affidarsi al MURo, il collettivo che organizza gli Street Art Tour del questo quartiere. Potrai ammirare opere di artisti romani e non dagli stili più disparati, tra cui segnaliamo il Baby Hulk: esempio alienante di murales tridimensionale dell’americano Ron English, in quei di via dei Pisoni.

Se tra case basse, ponti e vie secondarie, al Quadraro è stata quasi una caccia al tesoro, tra le strade di Tormarancia, prossima fermata prevista, le opere ricoprono intere facciate di palazzi e sono facilmente individuabili. Con 765 litri di vernice versati dal progetto artistico Big City Life, il quartiere diventa uno dei più colorati di Roma: i grandi e stravaganti disegni vi lasceranno con gli occhi all’insù e la bocca aperta. Cosa aspetti allora, imbocca l’Appia Pignatelli e raggiungi in un quarto d’ora lo storico quartiere a due passi dalla Garbatella.

Ostiense, Quadraro e Tormarancia: dopo aver ammirato la scena artistica di Roma Sud, per l’ultima parte del nostro itinerario ci spostiamo a nord, precisamente nella periferia nord est di San Basilio, raggiungibile attraverso il tratto urbano dell’A24. Qui, in un territorio troppe volte bistrattato, hai l’occasione di ammirare un grande progetto di rivalutazione dello spazio urbano. Hitnes, il writer romano veterano di questa disciplina, dopo un confronto pubblico con la cittadinanza, sfrutta i caratteristici palazzoni della periferia e li trasforma in otto tele rappresentanti una fauna gigantesca di animali, ognuno con una sua particolarità e con una sua storia da raccontare. Un’opera che corona il nostro viaggio, un vero e proprio storytelling di strada, sulla strada.

Finisce a San Basilio il nostro itinerario, a bordo di un’auto ibrida protagonista di un viaggio ibrido, fra il centro e la periferia della città eterna, consapevole che la grande bellezza è anche dove non ti aspetti, perché basta saperla guardare.

E per un ultimo consiglio, ti ricordiamo di iscriverti al Gold Plus Rewards. È gratis e ti garantirà vantaggi esclusivi come il guidatore aggiuntivo per il coniuge o convivente, così sulla tua Toyota C-HR potrai concederti il lusso di ammirare lo Street Art Tour anche dal sedile passeggero.

Page author

Articolo di Hertz

272 Post