Scegli il noleggio auto a Bergamo per un perfetto viaggio a tema storico

Page author

by Hertz - 25 luglio 2022

Se decidi di arrivare a Bergamo noleggiando un’auto a Milano noterai sicuramente all’ingresso della città il cartello di benvenuto, che la definisce come “Città dei Mille”.

Forse non sai, infatti, che a renderle questo titolo fu lo stesso Giuseppe Garibaldi, in onore dei tanti cittadini bergamaschi che partirono alla volta del Sud Italia per far parte della famosa spedizione.

Lo stretto legame tra Bergamo e Garibaldi risale ai moti del 1848, quando il generale arrivò in città con 3700 uomini per difenderla dall’assedio degli Asburgo, intenti a riconquistarla. Purtroppo, l’esito non fu quello sperato e gli austriaci ripresero la città, ma il gesto di Garibaldi rimase nei cuori dei bergamaschi.

Per la liberazione si dovette attendere l’8 giugno del 1859, quando i Cacciatori delle Alpi entrarono nella città mettendo in fuga i nemici.

Tutta la storia di Bergamo dal finestrino della tua auto a noleggio 

Vuoi ripercorrere le gesta di Garibaldi e dei militari che hanno contribuito all’unificazione italiana durante il Risorgimento? A Bergamo troverai numerosi luoghi di interesse che ne rievocano l’impresa.

Scopri i nostri consigli di viaggio per un appassionante tuffo nel passato alla scoperta anche dei dintorni bergamaschi.

Rotonda dei Mille

Dove cominciare la tua visita se non dalla piazza che celebra la spedizione dei Mille? Ritira una macchina direttamente dall’autonoleggio all’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, e raggiungi la tua destinazione nella zona nuova della città. Al centro della piazza è stato eretto il monumento dedicato a Garibaldi: è in bronzo ed è alto più di 3 metri. Inizialmente il basamento prevedeva anche quattro leoni, sempre in bronzo, ma successivamente il metallo venne usato per altri scopi tra gli anni ’40 e ’50.

A partire dalla rotonda, per celebrare la riunificazione italiana, si diramano cinque vie che sono tutte dedicate a eroi del Risorgimento italiano: Garibaldi, Piccinini, Cucchi, Tasca e Crispi. Proprio via Piccinini porta alla famosa via Borfuro, nel cui Teatrino dei Filodrammatici nel 1859 venne istituito l’ufficio d’arruolamento per la celeberrima spedizione. Fu un tale successo che i bergamaschi che combatterono per l’unità d’Italia furono almeno 500.


Bergamo

Porta Garibaldi / Porta S. Lorenzo

Altro simbolo per eccellenza del legame tra i garibaldini e Bergamo è la porta da cui entrò Garibaldi con i suoi uomini, per liberare la città dagli austriaci nel giugno del 1859: Porta San Lorenzo.

Nei primi anni del XX secolo venne apposta una targa commemorativa per quell’evento e la porta viene chiamata Porta Garibaldi. Una volta arrivati all’area d’accesso alla città vecchia, gli uomini di Garibaldi furono accolti dalle guardie bergamasche ed equipaggiati per mettere in fuga gli austriaci.

Piazza Matteotti

Facilmente raggiungibile con un’auto a noleggio, questa piazza commemora gli eroi che hanno sostenuto Garibaldi nelle sue imprese. Troverai il busto in marmo bianco di Francesco Cucchi, e di fronte a esso quello di Francesco Nullo, braccio destro di Garibaldi.


Bergamo

Museo dell’Ottocento

L’antica Rocca della città vecchia, costruita nel 1300 a scopi difensivi e di controllo, oggi ospita il museo nella casa dei bombardieri. Percorri il camminamento di ronda e passa per la porta del soccorso per arrivare al museo: qui ti sembrerà di tornare ai tempi di quando l’Italia passò dal dominio straniero all’unità grazie ai Mille.

Vivi un vero e proprio viaggio nel tempo a partire dalla rivoluzione del 1797, e ripercorri i momenti storici più salienti, come i moti del ’48, la liberazione di Bergamo nel 1859 e la mitica spedizione dei Mille.


Bergamo

Piazza Vecchia

La storia di Bergamo non è legata solo a Garibaldi e i Mille: saprà stupirti anche per i suoi rimandi al Medioevo. Passeggia per Piazza Vecchia e ammira il Palazzo della Ragione, costruito nel XII secolo per essere l’antica sede del comune.

Ma perché si chiama Palazzo della Ragione?Anticamente, quando la città era sotto il dominio veneziano, i giudici risolvevano i contenziosi tra cittadini usando la ragione, per decidere chi avesse, appunto, ragione. Oggi al suo interno (nel Museo dell’Affresco) vengono custoditi gli affreschi con cui un tempo era decorata la città, affinché non si deteriorino stando all’esterno.

Alle spalle del Palazzo della Ragione si erge la Basilica di Santa Maria Maggiore del XII secolo. Le facciate in stile romanico-lombardo fanno da contrasto con gli interni barocchi, risalenti al 1600. Ammira le numerose opere d’arte, tra sculture in onore di Gaetano Donizetti e imponenti affreschi e quadri religiosi.


Bergamo

Mura Veneziane

Se vuoi fare una passeggiata ammirando la bellezza di questa città, percorri i 6 km di mura difensive che incorniciano Bergamo alta. Il sistema difensivo fu voluto da Venezia nel XVI secolo: l’idea era di riprendere le antiche mura romane; tuttavia, non ci fu mai nessun assedio alla città, pertanto la cinta muraria è conservata perfettamente.

Lungo il percorso ci sono 4 accessi alla città, tra cui quello utilizzato da Garibaldi nel 1859, e 14 baluardi con 100 aperture per i cannoni, conservati nelle cannoniere di San Giovanni e San Michele, entrambe visitabili.

Museo Civico di Scienze Naturali Enrico Caffi

Il museo è stato istituito nel 1918, e nel corso degli anni è stato continuamente arricchito da collezioni uniche. Ben 4000 metri quadrati soddisferanno la curiosità di grandi e piccini grazie alle tante attività educative a contatto con reperti originali.

Le sale ti racconteranno la storia naturale della Terra, dalla geologia bergamasca fino ai dinosauri. Scopri com’era Bergamo 220 milioni prima dell’avvento di Garibaldi, quando il mare dominava ed era popolato da tante piccole isolette. Troverai fossili di dinosauri estinti e riproduzioni dei più grandi predatori della storia in un percorso visivo e sensoriale davvero unico.

Accademia Carrara

Non può mancare, infine, una visita a questa pinacoteca davvero stupenda e facilmente raggiungibile con un’auto a noleggio. Si trova nella Bergamo Bassa e conta 28 sale all’interno delle quali scoprirai magnifiche opere d’arte che vanno dal ‘400 fino all’800.

Tra le varie collezioni segnaliamo la Madonna col Bambino di Andrea Mantegna e quella di Tiziano. Ammira anche il San Sebastiano di Raffaello e le opere di Hayez e Rubens. Si tratta di una vera e propria chicca per gli amanti della storia dell’arte, così come della scultura, con le opere di Pietro Bernini e Filippo Parodi.

Parti per Bergamo con la tua auto a noleggio e ripercorri le avventure di Garibaldi

Scegli il noleggio auto a Bergamo e parti alla volta di un viaggio nel tempo emozionante e commovente. Metti in moto la macchina, ingrana la prima marcia e dai inizio a un road trip che unisce storia, arte, cultura e tradizione.