Save

Scopri la Città Vecchia di Maiorca e le sue spiagge

Page author

by Giorgia - 29 settembre 2017

Situata di fronte alla costa della Spagna, Mallorca è la principale delle isole Baleari, una delle destinazioni più visitate del Mediterraneo. Sebbene la maggior parte dei turisti sia attratta dalle spiagge di Maiorca, l’isola e in particolare il capoluogo vantano un patrimonio storico e culturale spesso sconosciuto ai più, che merita di essere visitato. Ecco quindi una breve guida su Palma di Maiorca, cosa vedere e cosa fare in questa città caratterizzata da un clima mite tutto l’anno e sempre pronta ad accogliere i visitatori.

La Città Vecchia

La parte più interessante della città, dove si trova la maggior parte dei monumenti, è la Città Vecchia. Questa si presenta come un centro storico in cui si sommano le tracce di tutte le varie epoche della città, a partire da quella romana, a cui risale la fondazione, passando per quella medioevale, riconoscibile dalla pianta e dalle strette stradine presenti ancora oggi.

La Cattedrale di Seu

Parlando di cosa vedere a Palma di Maiorca non si può non partire dalla Cattedrale di Seu, una imponente chiesa gotica costruita a picco sul porto. Le sue dimensioni – 44 metri di altezza, 121 metri di altezza e 55 metri di larghezza – la rendono una delle cattedrali più grandi d’Europa, ma è sicuramente la location affacciata sul mare a renderla unica al mondo. Oltre alle splendide vetrate con mosaici e ai rosoni, di cui il principale con un diametro di ben 14 metri, all’interno dell’edificio si trova anche un lampadario realizzato da Gaudì. Nella zona vicino alla cattedrale, vale la pena visitare uno dei parchi più grandi della città, il Parque del Mar, caratterizzato da un laghetto di acqua salata e dalle tante passeggiate sul lungomare.


Maiorca - Linea costiera

Placa Major

Un altro centro pulsante di Palma è la piazza principale della città, Placa Major. Caratterizzata dal colore giallo degli edifici che la circondano e dal verde delle persiane, questa piazza ospita oggi numerosi locali, negozi e bar sotto i suoi portici e delle bancarelle di prodotti tipici al centro. È anche un punto strategico per chi arriva a Maiorca in auto perché è presente un grande parcheggio sotterraneo dove è possibile lasciare la macchina per visitare il centro a piedi. Il vicino quartiere La Gerraria un tempo era un centro artigianale molto attivo, con diverse corporazioni e botteghe di fabbri.

La Rambla e Passeig des Born

Visitando il centro, ci si imbatte quasi subito nelle due vie principali di Palma di Mairoca: La Rambla e Passeig des Born. Da Placa Major basta percorrere la scalinata in fondo alla piazza e ci si ritrova ne La Rambla, una strada costruita sul letto dell’antico fiume La Riera e oggi caratterizzata dalla presenza di numerose bancarelle di fiori. Questa via e le stradine che vi si affacciano, di sera, sono una delle mete della vita notturna, con un’atmosfera rilassata o tanti locali. Il viale Passeig des Born, invece, si trova tra piazza Juan Carlos I e l’Avenida de Antonio Maura. I palazzi antichi, le piante secolari e i tavolini dei bar contribuiscono a rendere questa zona una delle più alla moda.


La Rambla

Sebbene il centro storico di Palma e le spiagge più famose siano l’attrattiva principale dell’isola, esiste un’altra Maiorca, lontana dai centri turistici e capace di conservare la sua anima più autentica. Per visitare questi posti è necessario spostarsi in auto, e quindi la soluzione migliore è noleggiare un’auto per spostarsi liberamente e in piena autonomia. Tra i tanti posti che sono rimasti ancora incontaminati, non possiamo non citare il comune di Petra (a circa 40 chilometri da Palma), la piccola cittadina di Valldemossa e le spiagge di Cala Figuera, Cala Formentor e Playa Es Trenc. 

Page author

Articolo di Giorgia

21 Post