Save

Scoprire la Milano chic senza spendere troppo

Page author

by Roberto

Milano, capoluogo della regione Lombardia, è una delle metropoli più vive del nord Italia, ricca di luci, colori e scenari impossibili da perdere.

Culla della moda italiana, vanta tra i suoi cittadini stilisti del calibro di Versace, Armani e Prada, oltre ad essere sede di numerosi eventi internazionali,sportivi e culturali.

La città di Milano offre numerose attrazioni culturali che possiamo visitare in maniera economica grazie a un biglietto cumulativo, valido 3 giorni, che ci permette di entrare al Castello Sforzesco, al Museo Archeologico, al Museo del Risorgimento e al Museo di Storia Naturale con soli 12 €. O ancora grazie alla “Case Museo Card” di 15 € è possibile accedere al circuito case-museo della città tra cui annoveriamo Villa Necchi Campiglio, Museo Bagatti Valsetti, Museo Poldi Pezzoli o la Casa Museo Boschi Di Stefano.

L’Italia si sa, ha il culto del cibo. Quindi gioire di un break tutto italiano è una tappa fondamentale che non deve essere tralasciata e che non deve essere necessariamente costosa. Approfittare del famoso Aperitivoper pranzare o cenare a buffet pagando solo la bevanda, o recarsi nei posti giusti dove mangiare bene e spendere poco è possibile. Ricordiamo AngoloMilano, Chic’N’Quick o qualsiasi trattoria.

Certo è che pensare a Milano non esula dall’idea di shopping milanese. La prima idea che ci balza in mente è ovviamente quella del quadrilatero della moda sede, ogni anno, della famosa fashion week. Ma è anche vero che fare compere nelle boutique dei grandi marchi è dispendioso. Perché non approfittare, allora, dei charity o temporary shop in cuisi vendono brand famosi a prezzi stracciati?O ancora,perché non approfittare dei negozi che vendono gli abiti a peso o fare un giro nei vintage shop dei navigli? Questo è un modo alternativo di fare compere nella capitale della moda italiana senza perdere il gusto dei grandi marchi.

Ciò che suggeriamo è di non fermarsi, però, solo alla Milano “commerciale”. Potrebbe essere divertente, e un po’ fuori dai soliti schemi, fare anche una gita fuori porta. Basterà noleggiare un’automobile, magari intorno alla zona dell’aeroporto di Milano Linate,e andare a visitare luoghi d’attrazione come il Museo della fotografia a Cinisello Balsamo, la Galleria Campari a Sesto San Giovanni in cui è esposta la storia di uno dei marchi italiani più apprezzati all’estero o ancora goderedella Centrale Idroelettrica Taccani a Trezzo sull’Adda, tutti ad ingresso gratuito.

Page author

Articolo di Roberto

70 Post