Save

Treviso: una città tra arte e acqua

Page author

by Hertz - 23 agosto 2018

Da molti Treviso è considerata una delle perle nascoste del Veneto esolovisitandola si può capire il perché. Situata a soli 30 chilometri da Venezia, condivide con la città lagunare la stretta connessioneconl’acqua: sono infatti davvero tante le sorgenti risorgive, i fiumi ed i canali che attraversano la città. Treviso è ricca anche di testimonianze storiche e culturali lasciate dalle diverse dominazioni nel corso dei secoli, prima fra tutte quella della Serenissima.

Il punto di partenza per visitare Treviso è proprio Venezia. Da qui basta imboccare l’autostrada A27 sulla tangenziale di Mestre e proseguire attraverso la Marca trevigiana fino a raggiungerne il capoluogo. L’auto è il modo più semplice per spostarsi tra i vari luoghi di interesse: se non si possiede una propria vettura è possibile noleggiare un’auto a Treviso per iniziare ad esplorare la Marca.

Il Duomo di Treviso

Tra i principali monumenti storici della città c’è sicuramente il Duomo, ovvero la Cattedrale di San Pietro Apostolo. L’edificio è caratterizzato da una commistione degli stili architettonici che si sono susseguiti nel corso dei secoli: dall’originaria struttura di origine paleocristiana, al romanico del XI secolo, fino ad arrivare allo stile neoclassico dell’ultimo restauro ottocentesco ad opera dell’architetto Giordano Riccardi.

La facciata è costituita da una scalinata aperta su tre lati con un pronao a sei colonne, mentre il portale è l’unica parte rimasta dell’originale stile romanico. All’interno della struttura a tre navate si trova l’altare maggiore, finemente decorato, e diverse cappelle di cui una contenente una “Annunciazione” del celebre pittore Tiziano.

Piazza dei Signori

Situata nel cuore della città, Piazza dei Signori prende il nome dalla presenza dei palazzi dell’antica signoria di Treviso. È ovviamente un luogo assolutamente da includere nella lista di cosa vedere a Treviso.

Sulla piazza infatti si affaccia il Palazzo del Potestà, dalla cui sommità si staglia l’imponente Torre Civica, il Palazzo dei Trecento, sede del Maggior Consiglio, e il Palazzo Pretorio. Nella piazza si possono osservare diverse rappresentazioni del leone con il Vangelo aperto, simbolo della Serenissima. 

 

Via Calmaggiore

La strada principale del centro storico di Treviso è sicuramente via Calmaggiore, che collega piazza Duomo con Piazza dei Signori. Questa importante strada in epoca romana era parte del cardo massimo, mentre nel Medioevo rappresentava un collegamento tra i due centri del potere, cioè la Cattedrale e il palazzo della Signoria. Tra i tanti palazzi affrescati che si affacciato sulla strada, da non il Battistero di San Giovanni, collocato sul lato sud.

Il fiume Sile e il suo parco

Treviso è celebre anche per la presenza del Sile, il fiume di risorgiva più lungo d’Italia. Le sorgenti si trovano a Casacorba di Vedelago, in provincia di Treviso e a Torreselle di Piombino Dese, nel padovano, mentre la foce è collocata nella laguna di Venezia. Oggi l’area che si estende lungo il corso d’acqua è parte di un Parco Naturale Regionale che merita di essere visitato per la ricchezza della sua flora e fauna.

Questa è solo una minima parte di quello che Treviso può offrire, nonostante le sue piccole dimensioni. Vedere Treviso in un giorno è assolutamente fattibile, quindi può essere inclusa in una più ampia visita di Venezia.

Page author

Articolo di Hertz

272 Post