Save

Un fantastico road trip lungo il Golfo del Messico

Page author

by Hertz - 27 marzo 2020

“The Third Coast”, la terza costa: un soprannome piuttosto riduttivo quello attribuito al Golfo del Messico, quando viene paragonato alle ben più celebri West e East Coast.

Se vai oltre gli stereotipi, ti renderai presto conto che il tratto di costa meridionale degli Stati Uniti non ha nulla da invidiare alle due contendenti, presentandosi in tutto il suo splendore eco-sistemico ai turisti proveniente da ogni parte del mondo.

Tra uno squisito piatto a base di pesce fresco e l’altro, tieniti pronto a scattare foto ricordo memorabili a paesaggi che vedono alternarsi alcune delle spiagge di sabbia bianca più belle di tutto il Paese: gli Everglades, piane tidali di acqua salata e il delta del fiume Mississippi.

Non tralasciare alcune della città più attraenti e rappresentative della multiculturalità caratteristica degli Stati Uniti.  

Ecco quindi che ti presentiamo alcune delle mete che, ubicate nella regione della costa del Golfo, meritano una visita durante le tue vacanze statunitensi.

Durante la tua avventura sulle quattro ruote lungo l’I-10 E litoranea, fai affidamento al servizio di noleggio auto che le nostre agenzie Hertz di Tampa mettono a tua disposizione per giungere comodamente e in massima libertà a Houston, dopo aver vissuto una magnifica esperienza che, lunga ben 14 ore e oltre 1.800 km, ti farà scoprire:

Tampa



Tampa

Iniziamo la nostra avventura da questa tranquilla località della Florida, il “Sunshine State”.

Oltre a Clearwater Beach – spiaggia che con i suoi fondali bassi e mare cristallino non ha nulla da invidiare ai lidi migliori di Miami –, Tampa rappresenta una tappa fondamentale del tuo viaggio, grazie all’ampia scelta di alternative di carattere culturale che offre ai suoi visitatori. Mentre il quartiere di Channel District ospita la S.S. Victory – una nave che, risalente alla seconda guerra mondiale, viene oggi adibita a museo –, nel Downtown troverai il museo Henry B. Plant con le sue straordinarie collezioni di oggetti d’antiquariato di fine ‘800. Ybor City è poi una sosta d’obbligo per la presenza del Baseball Museum at Lopez House, dedicato appunto al baseball, uno degli sport più affascinanti al mondo.

Alabama

Proseguiamo ora verso Ovest fino a raggiungere lo Stato simbolo della lotta contro il razzismo, sin da quando nel 1955 Rosa Parks, nella capitale Montgomery, si rifiutò di cedere il proprio posto ad un bianco su di un autobus.

Mentre sei in città, soffermati a visitare il Civil Rights Memorial – eretto in onore delle quaranta persone scomparse per la loro lotta nel sostegno ai diritti civili – e l’Hank William Museum – dedicato all’omonima stella del country, morta prematuramente.

Altre tappe d’obbligo sono Birmingham, la città più popolosa dello Stato, che ospita la Red Mountain – con la sua statua alta 17 metri di Vulcano, Dio romano del fuoco – e l’Alabama Jazz Hall of Fame – ideale per approfondire la tua conoscenza di questo fantastico genere musicale.

Mississippi



Jackson

Quale migliore soprannome che “il luogo di nascita della musica americana” si potrebbe attribuire a questo Stato? All’incrocio di The Crossroads, nella piccola Clarksdale, si dice che Robert Johnson abbia venduto l’anima al diavolo; mentre il palcoscenico del Club Ebony fu calcato da giganti del blues quali Ray Charles e B.B. King.

Tupelo è invece nota per aver dato i natali ad Elvis Presley, qui si potranno quindi visitare la sua chiesa e casa d’infanzia, circondata dal “Walk of Life”, ovvero il percorso in cui vengono celebrati gli eventi più importanti della vita del “Re”. 

New Orleans



New Orleans

Eccoci ora in Louisiana sulle sponde del fiume Mississippi per visitare una delle città più multiculturali, variegate e vivaci degli Stati Uniti.

New Orleans è un luogo davvero magico, con i suoi Mardi Gras – il famoso carnevale che riempie di musica e colore le sue strade per un mese – e il Jazz and Heritage Festival – che si tiene per due settimane tra la fine di aprile e l’inizio di maggio.

Immancabile è poi una passeggiata per le suggestive strade del quartiere francese, sulle quali si affacciano edifici coloniali con balconi in ferro battuto, persiane in legno e facciate multicolore. A pochi minuti di distanza ma dall’aspetto completamente differente, si trova invece il Garden District, costruito dagli anglo-americani.

Houston



Houston

Terminiamo la nostra avventura visitando il capoluogo della contea di Harris, in Texas.

Oltre a ospitare lo Space Center della NASA, la quarta città più popolosa degli Stati Uniti è anche sede del Museum of Fine Arts – con oltre 62.000 opere d’arte dedicate anche al Rinascimento italiano e l’Impressionismo francese – e l’Houston Museum of Natural Science – le cui mostre più amate sono specializzate in fossili e civiltà antiche americane. Per un po’ shopping di classe prima di tornare a casa, concediti un pomeriggio all’Houston Galleria, il cui stile riprende quello della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

Incredibile, vero, quanta bellezza e quanta cultura si possano scoprire in un solo viaggio? Noleggia un’auto con Hertz e segui il nostro itinerario.

Page author

Articolo di Hertz

434 Post