Save

Una guida completa su Palma di Maiorca

Page author

by Giorgia - 30 agosto 2018

Tra le destinazioni turistiche più popolari della Spagna c’è sicuramente Palma di Maiorca. La città è la più importante dell’omonima isola delle Baleari ed è anche il capoluogo di tutto l’arcipelago. Ad attirare la maggior parte dei visitatori sono le spiagge bianchissime e i colori e le sfumature di questo tratto di Mediterraneo di fronte alle coste della Spagna. Ma Palma è celebre anche per la sua vita notturna e si rivela una location perfetta per chi alla vita di mare ama affiancare la scoperta della cultura del luogo, dato che la città ha una storia millenaria che affonda le sue radici in epoca romana.

La città di Palma è situata nella parte orientale dell’isola, all’interno di un’insenatura naturale che disegna un piccolo golfo. Se pensate ad una piccola cittadina insulare, siete fuori strada: Palma è una grande città di oltre 400mila abitanti caratterizzata da infrastrutture moderne, oltre che da alberghi e resort di tutti i livelli. Inoltre, vanta un clima mite tutto l’anno che la rende una destinazione da prendere in considerazione anche in inverno, soprattutto se si è interessati al suo lato culturale.

Raggiungere Palma è facile grazie alla presenza di un aeroporto internazionale, denominato “Son Sant Joan”, che durante la stagione estiva ha voli diretti con tutti i principali aeroporti italiani. A testimonianza di quanto l’isola sia frequentata, questo aeroporto è addirittura il terzo scalo spagnolo dopo Madrid e Barcellona. Qui si può facilmente noleggiare un’auto per iniziare ad esplorare l’isola e i suoi angoli più nascosti, come le spiagge meno frequentate o i borghi semisconosciuti.

Se state pensando di organizzare una vacanza, questa guida vi aiuterà a decidere cosa vedere a Palma di Maiorca, con la consapevolezza di non perdere niente di fondamentale. Dalle spiagge più belle ai monumenti più importanti, dalla movida notturna ai ristoranti tipici, senza dimenticare i parchi naturali e le riserve marine. Ecco cosa fare a Palma di Maiorca e dintorni.

Maiorca

Le spiagge più belle

Playa de Palma

La città di Palma è nota per le sue spiagge, che durante i mesi estivi sono una delle mete preferite dai giovani fra i 20 e i 30 anni, ma sono adatte anche alle famiglie. Playa de Palma è tra le più note della città, oltre che tra le più frequentate. È facile da raggiungere ed è caratterizzata sia da tratti di spiaggia libera che da spiagge attrezzate che offrono servizi come affitto di ombrellone e lettini, docce, spogliatoi e campetti da beach volley o soccer tennis. Immancabili ovviamente i bar disseminati lungo il litorale, che sono anche numerati e possono essere presi come punti di riferimento per... evitare di perdersi!

La spiaggia è davvero lunghissima - circa sei chilometri - ed è in realtà costituita da diversi tratti di spiaggia con nomi diversi quali Les Meravelles, Sometimes e Ca’n Pastilla.  Il mare è bello, ma non è certo il meglio che si possa trovare sull'isola. In compenso, qui la vita non si ferma un attimo e per questo è il tipo di spiaggia adatta ai giovani e in generale a chi cerca il contatto con le altre persone. È perfetta se amate stare in mezzo alla gente, parlare, conoscere nuove persone e fare nuove conoscenze.

El Arenal

La spiaggia di L’Arenal è un’altra grande spiaggia di Palma di Maiorca. Si trova all’estremità orientale della “Playa de Palma” ed è caratterizzata da oltre un chilometro di spiaggia libera e attrezzata. Si tratta di una delle spiagge più frequentate, soprattutto dai giovani, sia di giorno che di sera grazie ai tanti locali presenti. La sabbia è finissima e la presenza di vento rende questa spiaggia adatta anche per chi ama praticare il windsurf.

Cala Estància

A poca distanza da Palma di Maiorca si trovano altre bellissime spiagge. Guidate per circa 10 chilometri in direzione est fino a raggiungere Can Pastilla e la spiaggia di Cala Estància, una caletta di circa 200 metri situata tra il Club Marittimo di Sant’Antonio (con il suo porto) e Cala de Caios. La sabbia è finissima e bianca ed il fondale poco profondo la rende adatta anche alle famiglie. Il litorale si trova a poca distanza dagli alberghi e dalle strutture residenziali ed è ricco di locali e ristorantini che creano un'atmosfera unica.

H3: Altre spiagge da non perdere a Maiorca

Se avete intenzione di noleggiare un’auto a Palma di Maiorca, non perdete l’occasione per scoprire le tante spiagge incantevoli disseminate sull’intera isola. Se il litorale di Palma è caratterizzato da spiagge attrezzate e turistiche, le calette più incontaminate sono ideali per apprezzare il lato selvaggio di Maiorca.

Cala-Mondragó

Cala Mondragó è situata nella parte sud-est dell'isola, nel comune di Santanyí. Questa incantevole spiaggia è stata dichiarata Parco Naturale ed è stata insignita della prestigiosa Bandiera Blu. Nonostante sia molto conosciuta - e quindi frequentata - Cala Mondragó mantiene ancora un ambiente incontaminato, arricchito dalla tipica vegetazione mediterranea come pini e ginestre.

Cala-Figuera

Nella parte nord dell’isola, all’estremità della penisola di Formentor, si trova invece la bellissima spiaggia di Cala Figuera, ideale per chi ama le calette sperdute e incontaminate. La spiaggia è infatti raggiungibile unicamente dal mare o attraverso un sentiero, essendo circondata da scogliere a picco sul mare. L'insenatura è caratterizzata da vegetazione mediterranea e da un mare pulitissimo, in cui il colore blu si unisce all'azzurro e al cobalto. Assolutamente da non perdere.

Es-Trenc

Una delle spiagge più famose di Maiorca è sicuramente Es Trenc, diventata celebre per la sua sabbia bianchissima e il mare azzurro e turchese che ricorda quello delle Maldive. È situata nella parte sud dell’isola, a circa un quarto d’ora dal paese di Campos, ed è facilmente raggiungibile anche senza auto, grazie agli autobus che hanno collegamenti ogni mezz’ora. Questo tratto di litorale è lungo circa tre chilometri e, sebbene sia abbastanza affollata, mantiene un lato incontaminato. Inoltre, è arricchita dalla presenza della sola fonte termale dell’isola.

Maiorca

Storia e architettura

Palma di Maiorca non è solo una città di mare nota per il turismo e la vita notturna. Il capoluogo della Baleari vanta una storia plurisecolare che ha visto diverse dominazioni, ognuna delle quali ha lasciato delle tracce visibili ancora oggi nell’architettura della città.

La Città Vecchia

La parte della città in cui si concentra la maggior parte dei siti storici è ovviamente la Città Vecchia. Qui sono riconoscibili le origini romane della città, che è stata fondata come colonia dal console Quinto Cecilio Metello nel 123 a.C. Ma l’isola è stata conquistata anche dai Vandali e dai Bizantini, mentre successivamente venne invasa dalle truppe del Re di Aragona.

La Cattedrale di Seu

Non si vede spesso una chiesa gotica costruita a picco su un porto. La Cattedrale di Seu è infatti direttamente affacciata sul mare e per questo è una cattedrale unica al mondo. Le dimensioni imponenti – 44 metri di altezza, 121 metri di lunghezza e 55 metri di larghezza – ne fanno una delle cattedrali più grandi d’Europa. All’interno sono presenti vetrate con mosaici e rosoni, di cui uno con diametro di ben 14 metri, ed anche un lampadario realizzato da Gaudì.

Palazzo de l'Almudaina

A poca distanza dalla Cattedrale c'è il Palazzo de l'Almudaina, che costituisce la residenza del re di Spagna quando è in visita nell'isola. L’imponente edifico, eretto al posto di una precedente fortezza araba, venne fatto costruire da Giacomo II di Maiorca. Lo stile architettonico è gotico ma sono presenti anche elementi dell’architettura araba. All'interno del palazzo si trovano degli splendidi arazzi fiamminghi del XVII secolo e la cappella di Santa Ana con un caratteristico portale romanico.

Placa Major

La piazza principale della città è Placa Major, celebre per il colore giallo degli edifici che la circondano e dal verde delle persiane. Sotto gli iconici portici sono presenti diversi locali, negozi e bar, mentre al centro si trovano delle bancarelle di prodotti tipici. Oggi la piazza vanta anche un grande parcheggio sotterraneo, dove è possibile lasciare la macchina per visitare il centro a piedi.

Il Castello del Belvedere

Situato su una collina, il Castello del Belvedere ha una posizione dominante sulla città. L’edificio è realizzato in stile gotico catalano (di cui rappresenta uno dei migliori esempi) e presenta una pianta circolare. L'edificio, costruito come residenza estiva dei re di Maiorca nel XIV secolo, è circondato da un fossato ed è collegato attraverso un ponte alla torre dell'Homenaje. Ovviamente, dalla cima del castello è possibile ammirare un panorama incantevole sulla città di Palma.

Parchi naturali di Maiorca

Se amate la natura non potete non visitare i tanti parchi naturali e le riserve marine di Maiorca, che rendono questa isola delle Baleari una destinazione perfetta per il turismo naturalistico.

Il parco naturale della penisola del Levante

Il parco naturale del Levante, nella parte nord-orientale dell’isola, è il maggiore per dimensioni a Maiorca. Visitandolo si possono ammirare dei panorami mozzafiato, in cui i monti, ricoperti da una vegetazione incontaminata, si uniscono al mare. Il parco, che si trova nella punta settentrionale della Comarca di Levante, ha una superficie totale di 21.500 ettari, di cui circa 5270 sono occupati da una riserva marina.

Il parco naturale di Albufera

Il Parco Naturale di Albufera si trova nei distretti di Alcúdia, Muro e Sa Pobla e merita di essere visitato per la sua vegetazione e per le specie di volatili presenti, che la rendono una meta ideale per il birdwatching. Sono infatti oltre 230 specie di uccelli che è possibile avvistare, tra cui il germano reale, il cormorano, il falco pellegrino ed il falco pescatore.

Il parco naturale di Mondragó

Il parco naturale di Mondragó è situato nella parte sud est di Maiorca, nel comune di Santanyí. I paesaggi all’interno del parco sono molto eterogenei e comprendono spiagge, torrenti, stagni, paludi e perfino la barriera corallina. Da vedere assolutamente le dune mediterranee della spiaggia di S’Amarador.

Maiorca

Cosa fare a Palma di Maiorca 

Oltre alla vita di mare e alle visite culturali, Palma di Maiorca è celebre per le tante attività che si possono fare sull’isola. Se siete in vacanza a Palma perché non visitare uno degli acquari più importanti d’Europa? Stiamo parlando del Palma Aquarium, situato appena a qualche chilometro ad est della città e quindi facilmente raggiungibile. Una visita vi farà scoprire il mondo marino e in particolare le tante specie che popolano il Mediterraneo. All’interno della struttura sono ricreati comunque diversi habitat, compresi quelli oceanici e addirittura la giunga tropicale. L’attrazione principale rimane però la vasca degli squali, che è la più profonda d’Europa ed ha una capacità di 3,5 milioni di litri di acqua salata. All’interno vengono ospitate ben quattro specie diverse di squalo e chi possiede la licenza di sub può anche fare delle immersioni nuotando a fianco dei temibili predatori. Da fare solo se siete davvero coraggiosi!

Ma Palma di Maiorca è anche una meta ideale per chi ama praticare sport. Oltre al windsurf o al surf da fare in spiaggia, uno degli sport più gettonati tra i turisti è il golf. Nei dintorni della città ci sono diversi campi da golf come il Son Vida o il Son Muntaner.

Per chi preferisce le emozioni forti, non mancano i parchi divertimento come Aqualand El Arenal, un parco acquatico nell’omonima località vicino a Palma, o il Forestal Park Mallorca, un parco avventura dove trovare tante adrenaliniche attrazioni.

Locali e ristoranti di Palma di Maiorca

Palma di Maiorca è celebre per la “movida” che anima le sue notti. Un vero e proprio paradiso per i giovani, che possono trovare un’infinità di locali tra discoteche, anche molto esclusive, pub e bar sulla spiaggia che offrono musica dal tramonto all’alba. Che sia solo per un aperitivo o per una notte “da leoni”, il divertimento a Palma inizia nel tardo pomeriggio per protrarsi fino a notte inoltrata nei tanti locali sulle vie principali, solitamente vicino alle spiagge. Tra le discoteche più famose della città ci sono il Tito’s Mallorca e l’Abraxas. Nella vicina Magaluf c’è il BCM, la discoteca più grande d’Europa con i dj set dei migliori artisti internazionali.

Cosa mangiare a Palma di Maiorca? La cucina prevede molti piatti tipici e in città sono davvero tantissimi i ristoranti, di tutte le categorie e per tutte le tasche. Oltre ai piatti di pesce, non mancano pietanze a base di carne della tradizione culinaria spagnola. Ad esempio la “Sobrasada”, un insaccato molto speziato, o la Paletilla de cordero, cioè la spalla di agnello. Per gustare una tipica paella o un piatto a base di pesce prenotate in locali come “La Parada del Mar”, “Marisqueria Bonsol” o “Ola del mar”. Per la carne provate ristoranti come l’“Asador Bolixe Cocina Esencial”, il “Colmado Santo Domingo” o “Bruselas”.

Page author

Articolo di Giorgia

21 Post