Save

Una guida di viaggio alternativa per l'Europa: i luoghi da vedere nelle capitali europee

Page author

by Hertz - 20 giugno 2018

Una guida di viaggio alternativa per l’Europa: i luoghi da vedere nelle capitali europee

Tra le iniziative per celebrare i 100 anni del nostro noleggio auto, abbiamo pensato di proporvi una guida di viaggio alternativa per scoprire l’Europa. Una raccolta di suggerimenti e consigli per una vacanza nel “vecchio continente” che vi faccia scoprire i luoghi più suggestivi al di fuori dalle rotte del turismo di massa.

Grazie alla nostra completa guida con itinerari, vi mostreremo le destinazioni meno conosciute ma al contempo apprezzate in giro per l’Europa, come ristoranti caratteristici, gallerie d’arte e musei fuori dal comune. Quindi, durante la vostra visita alle migliori attrazioni delle quattro capitali europee che abbiamo selezionato per voi, riservate un po’ di tempo per noleggiare un’auto e scoprire i luoghi che difficilmente si trovano sulle guide turistiche ordinarie. Sono proprio queste le destinazioni che conferiscono alle città il loro carattere più autentico.

Proprio per questo motivo abbiamo scelto alcuni dei luoghi che meglio di tutti mostrano il lato affascinante di queste grandi città, ricche di storia e cultura. Quindi tenete a portata di mano la nostra guida e gli itinerari che andremo a proporvi per fare qualche deviazione di cui non vi pentirete assolutamente. Oltre a questa guida, abbiamo anche realizzato un breve vademecum dedicato ai migliori festival della tradizione spagnola.

Parigi

Sul tetto del museo

La nostra guida ad una Parigi alternativa non poteva che iniziare dal cuore della capitale francese. Qui si trova una vista panoramica imperdibile: ovviamente non stiamo parlando della celebre Tour Eiffel – sarebbe troppo scontato – ma dal meno conosciuto balcone panoramico del Musee d’Orsay. Dopo aver ammirato i più importanti capolavori del periodo impressionista all’interno dell’esposizione, potrete godere di un’ancor migliore vista da questo terrazzo. Qui potrete infatti rivolgere il vostro sguardo sulla Rive Gauche e sulla Senna che scorre tranquilla a poca distanza.

L’occupazione artistica

Quando la galleria 59 Rivoli aprì nel 1999 ed iniziò a diventare famosa durante i primi anni duemila, il trio di appassionati di arte che lo crearono formalmente erano degli abusivi. Gli artisti infatti occuparono illegalmente l’edificio, uno dei più amati e al tempo stesso uno dei più trascurati del centro storico. Per fortuna, grazie al coro di proteste della comunità di artisti indipendenti e anche della gente comune, il palazzo è stato regolarmente assegnato dal comune a partire dal 2005. Oggi è parte integrante della scena culturale della città e ospita una galleria d’arte, circa trenta atelier d’artista e altre esposizioni temporanee.

Intrappolato nel muro

Se visitando Montmartre non riuscite a staccare lo sguardo dalla Basilica del Sacro Cuore, non preoccupatevi, è normale data la sua bellezza. Solo che vi consigliamo di rivolgere la vostra attenzione anche verso un'altra attrazione, altrettanto affascinante: le Passe-Muraille. Letteralmente significa “l’attraversa muri” ed è una statua che rappresenta un uomo che attraversa un muro di pietra. L’opera è la trasposizione in scultura dell’omonimo racconto dello scrittore Marcel Aymé, il cui protagonista rimane intrappolato per sempre dopo aver perso il suo potere di attraversare i muri, a causa di una medicina sbagliata.

Roma

A caccia di affari

Se amate il vintage e l’antiquariato, un posto da non perdere assolutamente a Roma è il famoso mercato delle pulci di Porta Portese, nel quartiere di Trastevere. Un’occasione per stare in mezzo alla gente del luogo e, perché no, per concludere qualche affare. Qui potrete trovare di tutto, dall’oggettistica ai vinili d’epoca, dalle cornici antiche ai memorabilia. Un consiglio: visitate il mercato presto di mattina e non abbiate paura di contrattare con il venditore per strappare il prezzo migliore.

La porta d’oro

In una città immersa nella storia antica come Roma, potrete trovare una delle leggende più esoteriche alla Porta Alchemica, sul Colle Esquilino. Situata all’interno dei giardini di Piazza Vittorio, la porta è l’unica rimasta delle cinque porte che adornavano la villa adiacente, appartenuta al marchese Massimiliano Savelli Palombara e risalente al 1600. Si dice che le inscrizioni sulla porta siano degli indizi che conducono ai segreti dell’alchimia, di cui il marchese era un praticante.

Tutte le strade portano a Roma

Questo vecchio detto è certamente vero, dato che ancora oggi la Via Appia mantiene delle tracce originali di quella che è stata la più antica strada pavimentata d’Europa. Partendo dalla Porta San Sebastiano, nelle mura Aureliane, l’antica via vi farà attraversare dei terreni erbosi per condurvi ai resti della storia antica di Roma, come le celebri catacombe. Percorrete questa strada per visitare tutti questi affascinanti siti storici o semplicemente per rivivere l’atmosfera di un’epoca passata come quella dell’Impero Romano.

Berlino

Vicoli ricchi di arte

Il vicolo della street art nei pressi dell’Hackescher Markt è uno dei segreti meglio custoditi di Berlino. I graffiti che adornano i muri di questa piccola corte sono dei veri e propri capolavori in continua evoluzione, grazie ai tanti artisti della scena locale e a quelli che arrivano da ogni parte del mondo. Ad esempio, su una parete campeggia un famoso ritratto di Anna Frank. Se siete alla ricerca di ispirazione artistica al di fuori del circuito delle normali gallerie d’arte, questo è decisamente il posto giusto. Potete trovare altri graffiti all’interno degli edifici che si affacciano sul vicolo.

Il richiamo della foresta

Non è facile trovare della natura incontaminata nelle grandi città europee, ma Berlino vi stupirà anche da questo punto di vista. Nella capitale tedesca, infatti, si trova la foresta Grunewald, un ampio spazio verde di ben 3000 ettari con diverse aree protette al suo interno. La foresta è la destinazione perfetta per la corsa e le camminate tra le opulente ville storiche dell’alta società della Berlino Ovest, oppure per una nuotata nel lago Kuhhorn Badestrand. Immancabile un’esplorazione al Teufelsberg, letteralmente “la montagna del diavolo”, una collina situata al centro della foresta che durante la guerra fredda ospitava una stazione radio americana, oggi abbandonata e riqualificata. Da qui potrete godere di una splendida vista sulla foresta e sul lago.

Come viveva la Berlino Est

Molto si è detto del celebre muro che divideva a metà la città durante la guerra fredda, ma pochi posti possono farvi immergere nell’atmosfera che si respirava nella Berlino Est come il Museo della DDR. Con ricostruzioni originali ed esposizioni interattive, il museo mostra con crudo realismo come era la vita dall’altra parte del muro.

Londra

Incredibile arte e dove trovarla

La pluriennale collaborazione tra Miraphora Mina e Eduardo Lima, esponenti delle arti grafiche di fama mondiale, ha regalato al mondo le scenografie e i manifesti dei film di Harry Potter. Se siete a Londra e volete entrare nel mondo del celebre maghetto, ma anche del film “Animali fantastici e dove trovarli”, visitate l’esposizione della House of MinaLima,a due passi da Covent Garden. Nei quattro piani dell’edificio potrete trovare la scenografia, le riproduzioni e gli oggetti utilizzati per realizzare i film.

Atmosfera giapponese al parco

Prendetevi del tempo per scoprire questo piccolo angolo di oriente all’interno di Holland Park. Il Kyoto Garden è stato realizzato in occasione del Japan Festival organizzato nel 1992 e da allora è rimasto in modo permanente a ricordare l’evento, che portò nella capitale inglese ogni tipo di celebrazione culturale, compresi degli incontri di Sumo presso la Royal Albert Hall. Concedetevi una rilassante passeggiata in questa oasi di calma dove potrete anche ammirare le splendide sculture di pietre lungo le tipiche cascate giapponesi.

Una birra al neon

Raggiungete il quartiere di Walthamstow per immergervi nel mondo psichedelico del God’s Own Junkyard, un locale pieno zeppo di insegne al neon. La collezione è stata raccolta, curata e restaurata dallo scomparso Chris Bracey, che ha dedicato diversi anni della sua vita a questo progetto. Le opere sono realizzate utilizzando pezzi presi da insegne di locali, fiere e circhi. Per concludere la visita, potete fare un’ordinazione al Rolling Scones Cafe, un bar situato all’interno di questo tempio della cultura pop.

Page author

Articolo di Hertz

271 Post