Save

Una guida sulla Chinatown di San Francisco

Page author

by Conrad - 05 dicembre 2017

A partire dalla prima metà dell’800 una vasta popolazione di origine cinese e asiatica ha iniziato ad insediarsi negli Stati Uniti. Tra le mete più gettonate c’era la California – soprattutto durante la “corsa all’oro” – e in particolare San Francisco, in cui a partire dal 1840 ha iniziato a formarsi una numerosa comunità cinese. Nasce così la Chinatown di San Francisco, che è la più grande fuori dall’Asia e la più antica in America, famosa anche per essere l’ambientazione di libri, canzoni e film.

Chinatown Gate

Situata nel centro della città, vicino al quartiere italiano, la Chinatown è un’area circoscritta e ben riconoscibile grazie alle porte in stile cinese che ne segnano gli ingressi. Impossibile non riconoscerla. Questo distretto si sviluppa tra Taylor Street a ovest e il quartiere finanziario a est, mentre sull’asse nord-sud va da Stockton Street a Bush Street. È proprio quest’ultimo l’ingresso più famoso, chiamato anche "Chinatown Gate", con la celebre porta del drago e le statue di leoni sui marciapiedi. Varcare questa soglia significa ritrovarsi letteralmente catapultati nel Paese asiatico, con negozi, ristoranti, fruttivendoli, pescherie e le insegne dal classico stile cinese.


Chinatown Gate

Bush Street

Cosa vedere nella Chinatown di San Francisco? Sebbene il quartiere stesso sia un’attrazione in sé, non mancano le cose da visitare, a partire da Bush Street, che oggi è una moderna destinazione per lo shopping, completamente riqualificata. Per visitare San Francisco e muoversi in totale autonomia il modo migliore è  noleggiare un’auto, ma all’interno di Chinatown è preferibile spostarsi a piedi, per vivere al meglio l’atmosfera di questo posto unico.

Portsmouth Square

Assolutamente da vedere Portsmouth Square, considerata il “cuore della Chinatown”. Oggi questa piazza ospita un parco con giardini e monumenti che commemorano personaggi o eventi importanti. Da non perdere è anche la Chinese Historical Society, la più antica organizzazione americana dedicata alla conservazione e alla promozione della cultura e della storia dei cinesi immigrati in America. Situata al 965 di Clay Street, vale la pena visitarla per rendersi conto di come erano le condizioni di vita nella comunità ai tempi della corsa all’oro.

Chinese Culture Center

Il Chinese Culture Center, che si trova al 750 di Kearny Street, ospita varie esposizioni sull’arte e sulla cultura cinese, che viene mostrata in modo autentico. Tra gli edifici più interessanti il Chinese Telephone Exchange, al 743 Washington Street, che restaurato negli anni ’60, è l’edificio che ospitava le antenne per le telecomunicazioni. Il Chinese Telephone Exchange (743 Washington Street), restaurato negli anni ’60, è invece l’edificio che fino agli anni ‘40 ospitava le antenne per le telecomunicazioni della comunità ed ha un elevato valore simbolico: durante i sessanta anni della “Exclusion Era” per gli immigrati cinesi rappresentava l’unico modo per rimanere in contatto con la madrepatria.


San Francisco - Chinatown

Stockton Street

Spostandosi nella parte nord, meno frequentata dai turisti, la zona di Stockton Street è celebre per i tanti negozi di frutta e verdura. In particolare, il Dong Hing Supermarket con i suoi banconi pieni di frutti esotici che non è possibile trovare da nessun’altra parte in città. Anche il Pang Kee Bargain Market merita una visita e promette di avere qualsiasi ingrediente per la cucina cinese e giapponese.

Insomma, sono davvero tante le cose più o meno famose da vedere nella Chinatown di San Francisco, un quartiere davvero unico che contribuisce a dare alla città quel carattere che l’ha resa celebre in tutto il mondo.

Page author

Articolo di Conrad

82 Post