Save

Una settimana bianca Valdostana senza sci: con Hertz la montagna è per tutti

Page author

by Hertz - 21 dicembre 2017

Sono ancora in molti a pensare che la neve e la montagna siano mete esclusive per chi ama le discese ardite e le risalite, e che non ci sia poi molto da fare per chi preferisce restare con i piedi ben saldi a terra. Quello che non tutti considerano è che per i non-sciatori c’è una lista infinita di attività e luoghi da visitare.

Allora perché rinunciare alla classica settimana bianca per il solito motivo del “Non so sciare”? Noi di Hertz ti proponiamo un itinerario che parte dall’Aeroporto di Torino-Caselle per attraversare poi la Valle d’Aosta fino all’estremo confine con la Francia, alla scoperta di posti incantevoli e divertimenti alternativi.

All’interno della vasta flotta di Hertz c’è l’auto perfetta per questo viaggio: comoda, spaziosa e adatta alla famiglia è la Fiat Qubo Trekking della Family Collection Hertz, già equipaggiata con pneumatici invernali grazie al servizio Winter Tyres.

Così una volta partiti da Torino si va alla volta di Donnas, nostra prima tappa. La cittadina mostra subito un’evidente impronta romanica poiché da qui passa la strada consolare delle Gallie, di cui oggi è ancora visibile un tratto lastricato lungo più di 200 metri con tracce della carreggiata. Un’altra testimonianza di origine romana è l’arco risalente al I secolo a.C. scolpito nella pietra e spesso circa 4 metri.

Ripartiamo subito alla volta di Bard, il comune più piccolo della Valle d’Aosta, degno rappresentante regionale nell’associazione “i Borghi più Belli d’Italia”. Non puoi assolutamente perderti il Forte di Bard, un complesso fortificato fatto costruire dalla famiglia Savoia nell’Ottocento e recentemente restaurato. Proprio all’interno del Forte è collocato il Museo delle Alpi: un percorso di 29 sale all’insegna dell’interattività e della multimedialità, per scoprire e capire le Alpi e la vita di montagna. Anche i più piccoli troveranno di che divertirsi, il museo comprende infatti un’area a loro interamente dedicata: 9 sale che costituiscono uno spazio ludico e coinvolgente in cui i piccoli visitatori potranno avventurarsi in una scalata simulata al Monte Bianco.

Dopo questa visita emozionante ed educativa è tempo di rivolgere il volante in direzione di Saint Vincent, località particolarmente nota per la sua fonte termale e per la presenza del Casino de la Vallée, una delle quattro case da gioco italiane.

Scegli tu se rilassarti all’interno della SPA, immergendoti in una delle tre vasche interne o nella spettacolare vasca panoramica esterna, con temperature che vanno dai 27 ai 36 gradi, lasciandoti coccolare dai getti cervicali e dall’idromassaggio o se tentare la fortuna alla Roulette Francese o al Black Jack all’interno dei 3.500 mq quadri del Casino de la Vallée.

La prossima tappa del nostro viaggio non è molto distante e vanta una particolarità unica in tutta Italia: Chamois, oltre ad avere solo 97 abitanti, è l’unico comune totalmente car-free e dunque raggiungibile solo a piedi o in funivia. In questa località potrai sentirti veramente all’interno di un’oasi di quiete e tranquillità in cui il tempo sembra essersi fermato. Non ti preoccupare però, a Chamois ci sono tante attività per godere a pieno del periodo invernale: si parte da quelle in cui ad accompagnarci ci sono i nostri amici a 4 zampe, come lo sleddog, lo skijoring e il pulkadog, per arrivare alla classica ciaspolata attraverso meravigliosi paesaggi imbiancati dalla neve.

Passiamo ora alla scoperta di uno dei castelli più famosi di tutta la regione: il Castello di Fénis ti farà sentire come un cavaliere medievale che arriva a corte, con le sue torri e mura merlate che proteggono il maniero. Al piano terra potrai percorrere la sala d’armi, il refettorio per i soldati e i servitori, la cucina e l’annessa dispensa, mentre al primo piano potrai osservare la cappella, uno degli ambienti più suggestivi del castello.

Rimanendo all’interno di un percorso storico-culturale, sosta obbligatoria è anche Aosta, che oltre ad essere il capoluogo della regione è anche una delle città che conserva più testimonianze dell’antico periodo romano.

In città è possibile dunque osservare i resti del Teatro Romano, il maestoso Arco d’Augusto, diverse porte, torri e mura romane ed il Ponte di Pietra risalente al Regno di Augusto.

L’ultima tappa è una delle più conosciute e famose della regione: Courmayeur, che da un anno può sfoggiare un impianto di risalita avveniristico. Lo SkyWay Monte Bianco consente di arrivare senza sforzo ai 3466 metri di Punta Helbronner, da dove godere di un panorama mozzafiato sulla maestosità della montagna più alta d’Europa.  

Se invece desideri un’esperienza più intensa, nella piana di Entrevès viene battuto un circuito pianeggiante per provare l’emozione di condurre una muta di cani da slitta nella natura incontaminata.

Se ancora non ti sei convinto a partire per quest’avventura ti ricordiamo che noi di Hertz ti offriamo diversi accessori pensati appositamente per l’inverno ed il programma Hertz Gold Plus Rewards con cui trasformare i tuoi noleggi in fantastici premi per premiare la tua fedeltà.

Page author

Articolo di Hertz

271 Post