Save

Un’insolita L.A.: 10 curiosità su Los Angeles

Page author

by Piero - 23 agosto 2019

Clima mediterraneo, diversità etnica, distese sabbiose che si affacciano sulle movimentate acque dell’Oceano Pacifico e la celebre scritta di Hollywood sono solo alcuni dei motivi che rendono Los Angeles una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo. A L.A., gli amanti del cinema troveranno pane per i loro denti trascorrendo una giornata agli Universal Studios o i Paramount Studios, i bambini si divertiranno come pazzi al parco divertimenti di Disneyland, mentre chi vuole fare un po’ di surf o semplicemente abbronzarsi, non potrà perdersi per nulla al mondo una sosta di qualche ora sulle magiche spiagge di Santa Monica – immortalata dalle vicissitudini dei protagonisti di Baywatch – o Venice Beach. Los Angeles, però, è anche tanto altro – un vero e proprio scrigno di segreti tutti da scoprire dando un’occhiata alla breve guida che abbiamo realizzato per rendere la vostra vacanza indimenticabile.



LA

Eccovi dunque – prima di andare all’esplorazione delle principali attrazioni di Los Angeles facendo affidamento al servizio di noleggio auto che le nostre agenzie locali vi mettono a disposizione –, alcuni aspetti insoliti della “Città degli Angeli” che potreste non conoscere affatto. Quale dei seguenti 10 fatti è il vostro preferito?

Nome originale

I frati francescani di origine spagnola che fondarono la città nel 1781 decisero di chiamarla “El Pueblo de Nuestra Senora Reina de los Angeles sobre el Rio Porciuncula” – in italiano “Il borgo di nostra signora regina degli angeli sul fiume Porciuncula”. Per fortuna, soprattutto dei non linguisti, si è deciso per un’abbreviazione che mettesse tutti d’accordo.

Condizioni meteorologiche

A L.A. non regna sempre il sole. Portate quindi con voi un ombrello in caso dovesse verificarsi di nuovo un altro 5 aprile 1926 – sulle montagne di San Gabriel si registrarono 25 mm di pioggia in un solo minuto – o si dovesse tornare al febbraio 1978 – quando in un giorno caddero circa 300 mm di pioggia.



LA

Origini dell’industria cinematografica

Tutta colpa o merito di Thomas Edison. Il celebre inventore, infatti, che viveva in New Jersey, era in possesso della maggior parte dei brevetti cinematografici del Paese. Così che i registi, per sfuggire alle sue rivendicazioni in termini di proprietà intellettuale, decisero di spingersi verso occidente, fino a stabilirsi a Los Angeles.

Pazzie da star

La prossima volta che vi imbatterete nella serie “Due uomini e mezzo” e appena giungerete in California, non potrete fare a meno di sorridere pensando a Charlie Sheen. Il comico, infatti, decise di fare una cosa decisamente fuori dal comune e non a portata di tutti quando, nel 1996, comprò 2.615 biglietti per assistere a una partita di baseball degli Angels al vicino stadio di Anaheim. Il tutto per afferrare un fuoricampo; ovviamente non ci riuscì.

Lusso abbagliante

Quando la struttura del Walt Disney Concert Hall venne inaugurata nel 2003 in pieno Downtown, non si volle di certo badare a spese. Basti pensare che le sue pareti d’acciaio esterne riflettevano così tanta luce che era pressoché impossibile camminare nelle zone circostanti – le temperature registrate sui marciapiedi raggiungevano i 60 gradi centigradi.



LA

Petrolio

La città fonda le sue basi su una vera e propria riserva d’oro. Nel 1892 un giacimento di petrolio venne scoperto in prossimità dallo stadio dove i Dodger disputano le loro partite casalinghe. Nel 1923, poi, si calcolò che la sola Los Angeles produceva la quarta parte del petrolio di tutto il mondo e oggi nasconde sotto i suoi piedi il terzo bacino a livello nazionale. Basti pensare che, oggi giorno, un torre ubicata su un terreno di proprietà della Beverly Hills High School produce circa 400 barili al giorno, risultando in introiti annui di 270.000 euro.

Oggetti spaziali da record

Non ci crederete, ma uno dei pezzi più pregiati del Los Angeles County Museum of Art è un frammento di meteorite atterrato a 136 km di distanza nel 2012. Questo fatto. già di per sé eccezionale, costituisce in realtà un record assoluto a livello mondiale, essendo il più grande macigno mai trasportato – 340 tonnellate di granito spostate in 11 giorni. 

Giardinieri speciali

Sarà forse per concedere un meritato riposo ai giardinieri tradizionali che il Getty Museum “contratta” un po’ di manodopera extra durante la stagione primaverile. Non stupitevi, quindi, se durante una visita vi troverete circondati da alcune capre intente a mantenere ben in ordine prati e cespugli circostanti.

Potenza economica

Se L.A. fosse uno Stato, la sua economia supererebbe addirittura quelle di Arabia Saudita, Svezia e Svizzera, soprattutto grazie all’industria del cinema e dell’intrattenimento, il settore della manifattura aerospaziale e il turismo. 

Rinvenimenti

Per chiudere, vi segnaliamo che il sottosuolo di Los Angeles non è solo ricco di petrolio. Nel 2006, infatti, è stato rinvenuto un nuovo pozzo di catrame contenente i resti di varie specie animali estinte – tigri dai denti a sciabola, bradipi giganti, leoni americani e un mammut soprannominato Zed.

Page author

Articolo di Piero

47 Post