Save

Strade del Gusto: 3° giorno:

Arnhem e Veluwe, dalla città alla campagna

by Milou Van Roon

La mia avventura con Hertz sta per concludersi e, nel mio ultimo giorno, ho deciso di non allontanarmi molto da casa in modo da poter riconsegnare l'auto prima che l'agenzia Hertz chiuda. La giornata è bellissima (soleggiata con 29 gradi) e, per evitare le orde di turisti che inevitabilmente affolleranno la costa, mi dirigerò a est: prima in città, nella speranza di poter assaggiare i tipici biscotti di Arnhem e poi verso la campagna.

Arnhem

Benché non la frequenti molto, Arnhem è una delle città olandesi che preferisco, non tanto per il suo aspetto, che non regge il paragone con Amsterdam, Utrecht e Den Bosch, quanto per l'atmosfera che si respira tra le sue strade. Arnhem è una città vivace e in continuo fervore. In un certo senso, mi ricorda Rotterdam, ma con molto più verde.

La nostra prima tappa, di natura gastronomica, è stata la famosa Banketbakkerij Van Asselt, la pasticceria che, dicono, produca i migliori Arnhemse Meisjes: i tipici biscotti croccanti a pasta lievitata ricoperti di zucchero.

Sebbene i biscotti originali siano stati inventati nel 1829 in un'altra pasticceria, è stata proprio la Banketbakkerij Van Asselt a renderli così famosi e a continuare la tradizione da decenni, preparandoli a mano ogni settimana. La ricetta compare addirittura nel libro di Roald Dahl "Roald Dahe's Revolting Recipes". Lo scrittore si innamorò dei biscotti di Arnhem durante una delle sue visita in città e, dopo alcuni anni e innumerevoli scatole inviate nel Regno Unito, chiese di poter inserire la ricetta nel suo libro.

Non ho potuto fare a meno di assaggiarne un paio e devo ammettere che erano davvero deliziosi. La signora che lavora nella pasticceria ama condividere la storia dei suoi biscotti con i clienti, oltre a suggerire alcuni dei migliori locali tipici di Arnhem.

Dopo aver fatto il pieno di zuccheri, abbiamo deciso di visitare la città. Tra gli edifici che preferisco c'è il Musis Sacrum, una sala da concerto che mi ricorda quelle di Parigi e Budapest. Merita una visita anche il Duivelshuis e la chiesa di Eusebius, dalla cui terrazza, comodamente raggiungibile in ascensore, si può ammirare una splendida vista di Arnhem.

Ma più di ogni cosa, come ho già detto, mi piace l'atmosfera che si respira in questa città, ricca di negozi originali per la casa, marche di abbigliamento locale e ristoranti e caffetterie particolari. Vivrei bene qui, la zona che preferisco è Modekwartier. Abbiamo pranzato all'aperto, da Caspar, con un delizioso hamburger di ceci, formaggio di capra e salsa e un sandwich di pane di mais con bacon, lattuga, pomodoro e maionese.

Veluwe

Dopo Arnhem, abbiamo lasciato la grande città per dirigerci verso nord, nella zona della Veluwe, alla ricerca di un po’ di pace e tranquillità. In realtà, più che nella Veluwe, abbiamo fatto un giro nella zona circostante: da Arnhem a Otterlo, passando per Hoenderloo fino a Uchelen e da Kootwijk indietro fino a Utrecht. Durante il tragitto a bordo della nostra Opel Mokka Turbo, ci siano fermati un paio di volte per ammirare il meraviglioso paesaggio naturale e scattare qualche foto.

Una volta rientrati a Utrecht, abbiamo riconsegnato la nostra auto presso l'agenzia Hertz.

Sono state tre giornate incredibili, in cui ho visitato posti meravigliosi e assaggiato tantissime specialità locali. La libertà di viaggiare in auto non ha prezzo e la Opel Mokka Turbo di Hertz è stata una compagna di viaggio fantastica: moderna, agile e compatta. Anche il servizio è stato impeccabile. In tre giorni, ho esplorato il meglio del Brabante Settentrionale, della Zelanda e della Veluwe. Ora non resta che porti una sola domanda:

Qual è la tua destinazione preferita per un viaggio on the road nei Paesi Bassi?

PRONTI PER PARTIRE? ECCO IL MIO PERCORSO…


Stop 1: Arnhem - Banketbakkerij (Confectionary) Van Asselt

Stop 2: Arnhem - Musis Sacrum

Stop 3: Arnhem - Duivelshuis

Stop 4: Arnhem - Eusebius church

Stop 5: Modekwartier - Caspar

Stop 6: Veluwe - Otterlo


Articoli recenti