Save

Noleggio Auto Gela

  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazioneEntro due giorni dal ritiro del veicolo.
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Wi-Fi in omaggio per chi effettua l’iscrizione al nostro programma fedeltà Gold Plus Rewards. Clicca qui per maggiori informazioni.

Hertz a Gela

In provincia di Caltanissetta, sulle sponde meridionali della sempre soleggiata e accogliente Sicilia, troviamo Gela, un paese di 75.000 abitanti che, dedicandosi principalmente all’agricoltura ed alla pesca, mantengono vive tradizioni antiche di millenni.

La sua fondazione greca, risalente al 689-687 a.C. è tutta da scoprire, visitando il Parco Archeologico e il Museo Archeologico Regionale, che ospitano reperti unici come le antefisse di Sileno e di Gorgone.

I suoi trenta chilometri di spiagge, poi, contornate dalla tipica macchia mediterranea locale e completate da un mare caraibico, rendono perfetto il quadro.

Per potervi spingere alla scoperta delle principali località d’interesse storico-culturale e naturalistico ubicate a un distanza ridotta da Gela, come la Riserva Naturale Orientata, vi consigliamo di noleggiare un'automobile in Sicilia.

Guidare a Gela e dintorni

Gela

In caso decideste di raggiungere l’isola via aerea, potreste scegliere come destinazione uno dei suoi tre aeroporti principali, come quello di Comiso: una scusa perfetta per trasformare la vostra vacanza in un’esperienza alternativa sulle quattro ruote alla scoperta di tutti i segreti di cui la Sicilia è ricca.

Catania dista solo un’ora e mezza prendendo la SS17, mentre Palermo e Trapani tre ore, rispettivamente percorrendo la SS626 e la SS115 costiera che vi porterà tra l’altro ad Agrigento e la sua Acropoli.

Se, invece, decideste di raggiungere Gela in auto direttamente da casa, una volta raggiunte le sponde siciliane via mare, Messina dista due ore e mezza sulla A18 e la SS417.

Qualunque sia l’occasione che vi faccia scegliere Gela come vostra prossima destinazione - un viaggio di lavoro di qualche giorno o un bel fine settimana con tutta la famiglia – ricordatevi di dedicarvi il tempo necessario per visitare la cittadina e i suoi dintorni.

Prima di mettervi alla guida, vi consigliamo di fare riferimento alle informazioni relative alla ZTL del centro storico, tenendo sempre in considerazione le ultime novità pubblicate sulla pagina ufficiale del sito del Comune, visto che spesso gli orari vengono cambiati nei mesi estivi.

Considerando l’alta concentrazione di turisti che scelgono non solo Gela ma anche una delle altre zone della Sicilia sinora citate come meta delle loro vacanze, raccomandiamo in ogni caso di guidare sempre con prudenza rispettando i limiti di velocità nei centri abitati e in prossimità di scuole e ospedali.

Una breve guida su Gela

Gela

Viste le dimensioni ridotte, Gela può essere tranquillamente visitata in un paio di giorni, con il centro storico da esplorare a piedi per assaporarne un’autenticità d’altri tempi ben distinta dall’aria da grande città che si respira per esempio nelle più grandi Catania e Ragusa.

A seguire troverete una presentazione dei tre quartieri principali in cui Gela è suddivisa, con le relative attrazioni che li caratterizzano.

Centro storico

La parte più antica di Gela è un costante alternarsi di stili architettonici che ci fanno rivivere le sorti di un glorioso passato la cui influenza appare ben lungi dall’essersi esaurita.

Chiese barocche, palazzi Liberty e case federiciane, che vedono completarsi con le cappelle gotiche e neoclassiche del Cimitero Monumentale.

Gli edifici religiosi più interessanti sono la Chiesa di San Francesco da Paola e quella di San Biagio, mentre i palazzi Rosso, Giusto Nocera e Tedeschi contribuiscono all’unisono a dare un tocco di classe alle vie cittadine.

Corso Vittorio Emanuele II e l’area che lo circonda sono invece quanto di meglio gli amanti dello shopping possano desiderare. A due passi dal centro, poi, troverete la Chiesa Madre, costruita tra il 1766 e i primi anni del 1900.

Entrate per ammirare, oltre a numerose opere quali il “Transito di Maria” del siciliano Deodato Guinaccia, anche l’organo a trentuno canne del 1939.

Lungomare

Dedicato al re di Napoli Federico II, la zona litoranea di Gela si estende per chilometri in posizione occidentale rispetto al centro storico.

La bellezza della sua spiaggia dalla sabbia fine è tale da essersi meritata una menzione da parte del poeta Salvatore Quasimodo.

Sulle sue dune naturali si estendono, sul lato orientale, numerosi e ben forniti stabilimenti balneari perfetti per le vacanze in famiglia mentre, sul lato ovest, troverete spazi occupati dalla natura incontaminata.

Parco archeologico

Più che di un quartiere vero e proprio si tratta di un’amplia zona che comprende vari luoghi d’interesse storico-culturale. Primo su tutti, Capo Soprano, da sempre importante sia strategicamente sia dal punto di visto paesaggistico.

Questo promontorio fu infatti scelto in epoca greca prima, e durante la Seconda Guerra Mondiale poi, per la costruzione di strutture militari. Resti del primo periodo sono le mura difensive, lunghe trecento metri e alte fino a tredici, che si presentano tutt’oggi perfettamente conservate.

Agli anni trenta del secolo venti, invece, risalgono bunker realizzati sopra le dune di sabbia. In più, la vista sul mare cristallino di Gela è davvero fantastica.

Sempre qui le Terme Ellenistiche, con le loro circa quaranta vasche e un impianto di riscaldamento sotterraneo delle acque, si propongono come le più antiche d’Italia.

Bosco Littorio, così soprannominato durante il periodo fascista, ospita l’Emporio, davanti al quale si trovano due navi greche rinvenute sui fondali circostanti.

I resti dell’Acropoli, infine, si trovano su un colle dalla forma allungata che un tempo dominava dall’alto il fiume Gela. I principali resti religiosi e ornamentali qui ubicati fino al 405 a.C. sono oggi conservati nel Museo Archeologico locale.