Save

Noleggio Auto Piemonte

A partire da
16 € al giorno*
*Le tariffe sono comprensive di tasse e si basano su un noleggio di 7 giorni tra il 20/09/2018 e il 27/09/2018 a Piemonte
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazioneEntro due giorni dal ritiro del veicolo.
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Wi-Fi in omaggio per chi effettua l’iscrizione al nostro programma fedeltà Gold Plus Rewards. Clicca qui per maggiori informazioni.

Hertz in Piemonte

Regione a statuto ordinario dell’Italia nord-occidentale, il Piemonte è seconda per superficie solo alla Sicilia e sesta per numero di abitanti, che secondo recenti statistiche raggiunge quasi 4.500.000 abitanti.

Oltre al capoluogo Torino, ex-capitale della nostra Repubblica e sede dell’antico Regno Sabaudo, il Piemonte vanta anche tante altre città di interesse storico-culturale, tra le quali ricordiamo su tutte Asti, Novara, Casale Monferrato, Vercelli, Cuneo e Barolo.

Il Piemonte è la terra delle montagne perciò il noleggio di un’automobile potrebbe rivelarsi una soluzione molto comoda per muoversi con facilità tra una località e l’altra.

Infine, l’appartenenza del Piemonte all’Euroregione Alpi-Mediterraneo e il confinare con Francia, Valle d’Aosta, Svizzera, Emilia-Romagna e Liguria, le dona anche una varietà territoriale unica nel suo genere.

Guidare in Piemonte

Piemonte

Il territorio del Piemonte è piuttosto vario, con rispettivamente il 43% e il 30% del suo territorio costituiti da montagne e colline e il 27% da spazi pianeggianti. Tra i picchi più alti ricordiamo il Monte Rosa, le cui vette sfiorano i 4.618 metri, ed il Gran Paradiso, con i suoi 4.061 metri d’altezza, a cui si oppone la Pianura Padana, particolarmente fertile e che occupa poco più di un quarto del territorio.

Non mancano poi le superfici acquose, rappresentate dal fiume Po e dal Lago Maggiore, e le aree protette, come il Parco Nazionale del Gran Paradiso e Val Grande. Il Piemonte è collegato efficientemente a tutta Europa da moderne vie d’accesso, come la A32 Torino-Fréjus che lo collega con la Francia, la A5 Torino-Monte Bianco con Francia e Svizzera e la A21 Torino-Piacenza col centro e sud d’Italia.

Le regole stradali da seguire sono le medesime valide su tutto il territorio nazionale. Tra queste, i limiti di velocità nelle aree urbane sono di 50 km/h, sulle strade extraurbane secondarie di 90 km/h, sulle strade extraurbane principali di 110 km/h e sulle autostrade di 130 km/h. Per far rispettare questi limiti, sono stati installati sulle principali vie di comunicazione controlli elettronici tramite autovelox.

Per motivi di sicurezza, l’accensione delle luci anabbaglianti, le luci della targa e quelle di posizione sono obbligatorie in qualsiasi momento del giorno sia su strade extraurbane che autostrade, così come l’uso delle cinture di sicurezza per tutti i passeggeri presenti nell’abitacolo, sia in posizione posteriore che anteriore. 

Una breve guida sul Piemonte

Torino

Torino

Prima tappa inevitabile se vi trovate in territorio piemontese è senza dubbio Torino, ex-capitale d’Italia e del Regno Sabaudo, e per questo erede di una ricchezza culturale senza paragoni a livello internazionale.

Da non perdere i luoghi che hanno segnato la nostra storia a livello politico, come Palazzo Reale, Palazzo Madama o la Palazzina di Caccia di Stupinigi, o quelli che hanno influito sulla vita italiana da un punto di vista specialmente religioso, come il Santuario della Consolata e il Duomo, che protegge apparentemente i resti della Sacra Sindone, l’involucro in cui Gesù sarebbe stato avvolto dopo la sua morte.

Non perdetevi poi la Mole Antonelliana, simbolo indiscusso che svetta in tutta la sua maestosità sugli edifici cittadini in lontananza, e il Museo Egizio, secondo per importanza solo dopo quello del Cairo.

Biella

Abbandoniamo la città per dirigerci verso la montagna, e per la precisione superiamo i 1.000 metri d’altezza in provincia di Biella. Qui troverete il Sacro Monte con il suo Santuario di Oropa, un antico nucleo fondato nel IV° secolo da Sant’Eusebio e divenuto Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2003.

Che siate pellegrini o semplici turisti alla ricerca di un po’ di tranquillità lontano dalla frenesia del centro cittadino, questo è davvero il luogo ideale, anche grazie a diverse proposte di soggiorno che mettono a disposizione camere, un ristorante e una zona adibita a campeggio.

Novara

Spostiamoci ora in provincia di Novara, questa volta prediligendo il lago alla montagna, fino a raggiungere le sponde del Lago Maggiore, con l’esattezza il paesino di Arona, fondato nel 979.

Qui le numerose popolazioni e casate che si sono succedute nel corso dei secoli – Galli, Romani, Austriaci e Savoia – ci hanno lasciato monumenti di pregevole fattura, come la Rocca Borromea con parco adiacente, il Colosseo di San Carlo Borromeo, la Chiesa di Santa Maria di Loreto e Villa Ponti, che vide tra i suoi illustri ospiti anche la presenza di Napoleone Bonaparte in persona.

Isole Borromee

Giunti a questo punto, sarebbe davvero un peccato non concedersi una giornata di riposo all’esplorazione delle Isole Borromee, che formano un arcipelago all’interno del Lago Maggiore.

L’Isola Madre potrebbe essere paragonata a un vero e proprio scrigno, che protegge al suo interno un tesoro composto da ricchezze naturali e artistiche. Tra queste, uno splendido giardino botanico con il suo palazzo che, aperti al pubblico dal 1978, mettono in esposizione numerose specie provenienti da tutto il mondo.

Anche l’Isola Bella, poi, non è da meno, con i suoi giardini floreali ed il palazzo barocco che vi trasporteranno in un’atmosfera romantica d’altri tempi. Consigliamo infine di concludere la vostra visita salendo in auto e dirigendovi in direzione Novara.

Qui vi troverete di fronte ad uno spettacolo senza paragoni quando visiterete Orta San Giulio, un piccolo borgo affacciato sul Lago d’Orta nominato uno dei più belli d’Italia.

Concludete il vostro viaggio prendendo una delle imbarcazioni che vi porteranno sulla piccola Isola di San Giulio, distante 400 metri dalla costa e spettacolare con la sua Basilica di San Giulio del IV° secolo.