Save

Noleggio Auto Sardegna

A partire da
16 € al giorno*
*Le tariffe sono comprensive di tasse e si basano su un noleggio di 7 giorni tra il 26/11/2018 e il 03/12/2018 a Sardegna
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

MSG_REDIRECTING_247

LBL_REDIRECTING

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazioneEntro due giorni dal ritiro del veicolo.
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Wi-Fi in omaggio per chi effettua l’iscrizione al nostro programma fedeltà Gold Plus Rewards. Clicca qui per maggiori informazioni.

Hertz in Sardegna

Che l’abbiate visitata una volta o mille poco conta, perché non sono molti coloro che non si sono innamorati a prima vista della Sardegna. Se siete già stati al nord, stavolta approfittatene per esplorarne la parte meridionale con spiagge dai colori variopinti, parchi naturali, tradizioni antiche e siti UNESCO.  

Sebbene si possa giungere in Sardegna sbarcando in uno dei principali porti della penisola, per ragioni economiche e di tempo sempre più turisti decidono di giungervi via aerea.

Gli aeroporti che servono l’isola sono infatti ben ubicati e presenti in tutte le città principali: Cagliari, Alghero e Olbia. Dagli stessi aeroporti è anche possibile noleggiare un’automobile per partire alla grande per una vacanza su quattro ruote indimenticabile. 

Guidare in Sardegna

Cagliari

In Sardegna non esistono infatti autostrade a pedaggio ma super strade, la cui tratta principale è la SS131 “Carlo Felice” che attraversa verticalmente l’isola giungendo sino a Oristano in posizione centrale, da cui poi si creano due diramazioni – una verso Porto Torres e l’altra con destinazione Olbia.

Oltre a quest’arteria principale, ne esistono anche altre secondarie ma altrettanto indispensabili che, definite in base alla posizione geografica, contribuiranno a rendere il vostro viaggio più confortevole.

Tra queste ricordiamo la SS127 “Settentrionale Sarda”, che collega Olbia a Sassari passando per Tempio Pausania, e la SS125, che connette Olbia e Cagliari toccando i luoghi principali della costa sarda orientale: Orosei, Budoni e San Teodoro tra gli altri.

Muoversi in auto in Sardegna è essenziale, visto che le distanze sono estese e che la maggior parte dei luoghi più belli dell’isola non sono raggiungibili con i mezzi pubblici. Per questa ragione, vogliamo ricordarvi alcune regole basilari da tenere a mente quando siete al volante. 

Una breve guida sulla Sardegna

Sardegna

Abbiamo creato per voi una breve guida che cerca di farvi scoprire ogni punto della Sardegna – nord, centro e sud – portandovi alla scoperta di alcuni dei suoi luoghi più caratteristici e sicuramente indimenticabili. Seguite i nostri consigli e mettetevi alla guida della vostra automobile a noleggio per scoprire la Sardegna da nord a sud.

Cagliari

Porto principale dell’Isola, suo capoluogo con più di 150000 abitanti cui si aggiungono le migliaia di turisti che la visitano ogni anno, città centrale del Golfo degli Angeli, luogo cosmopolita, giovane e, allo stesso tempo, ben radicato nel passato. Nonostante le dimensioni relativamente grandi ed il disordine apparente, la città risulta però ben organizzata, con i suoi sette colli che hanno ispirato le poesie di Lawrence negli anni ’20 ed i suoi quartieri variegati. Tra i quartieri più famosi ci sono Casteddu (Castello), da cui Cagliari trae il nome, e quello di viale Merello in stile Liberty, il suo mare variopinto e la riserva naturale del Monte Arcosu.

Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu

Istituito nel 1998, questo è il parco più grande della Regione, che ricopre un’area di 74000 ettari fino a toccare tre province: Cagliari, Nuoro ed Ogliastro. Il suo Golfo è uno dei più disabitati del Mediterraneo, con spiagge poco invase dal turismo di massa, quali Cala di Luna, Cala Sisine e Cala Goloritzé. Ideale per gli amanti del trekking, con i suoi tanti sentieri che vi porteranno alla scoperta di mufloni, aquile reali e euprotti sardi.

Alghero

Giungiamo all’estremo nord-occidentale della Sardegna, in un città circondata da mura cinquecentesche di origine spagnola, in provincia di Sassari. Tante sono le cose da non perdersi qui: il suo piccolo centro storico di origini medievali, una cenetta in un ristorantino sul molo per assaggiare la tipica aragosta alla catalana, una visita alle Grotte di Nettuno – con le loro stalattiti e stalagmiti – nonché un lago salato sotterraneo, e i Nuraghe - le abitazioni tipiche sarde.

Strada Litoranea Bosa

Si tratta per la precisione della strada litoranea Alghero-Bosa che, per il primo tratto si chiama SP105 e, una volta giunta ad Oristano, si trasforma in SP49. Vi chiederete perché, su un’isola con così tanti luoghi da visitare, abbiamo scelto proprio una strada della lunghezza di 50 km. La risposta è semplice: questo tratto potrebbe essere inserito nella lista dei beni considerati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Percorrerla significa infatti ammirare pareti a strapiombo su un mare cristallino, colonie di grifoni, avvistare aquile reali e falchi pellegrini in volo, incontrare montagne – come quella di Badde Orca di 700 metri d’altezza – spiagge e distese di roccia bianca.

La Maddalena

L’ultima tappa che vi proponiamo è nell’Arcipelago della Maddalena, situato all’estremo nord-orientale della Sardegna e raggiungibile in circa un’ora di traghetto. In particolare vogliamo soffermarci sull’Isola di Budelli, una delle più protette in assoluto e facente parte del Parco Nazionale della Maddalena. Qui troverete Cala di Roto, la famosa spiaggia dalla sabbia rosa, ormai inaccessibile in modo autonomo per colpa di turisti che rubavano un po’ di sabbia come ricordo. Non disperate però, perché basta prenotare una visita guidata accompagnati da una guida ambientale per godervi questo dono della natura.