Save
HomeSiviglia

Noleggio Auto Siviglia

  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazione**
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Nessuna commissione sulla carta di credito

    Hertz a Siviglia

    A poca distanza da Cordoba, Huelva e Cadice, Siviglia si propone come la quarta città per grandezza della Spagna dopo Madrid, Barcellona e Valencia, nonché il principale centro dell’Andalusia, regione della penisola iberica che si distingue per il folclorico Flamenco.

    Casa Natale del poeta premio Nobel per la letteratura Vicente Aleixandre, sede di un’importante università la cui fondazione risale al Secolo d’Oro e nuova meta turistica a livello europeo con un centro storico entrato a far parte dei beni Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

    Siviglia è questo e tanto altro e per scoprire tutte le sorprese che ha in serbo per voi, vi consigliamo di noleggiare un'auto in una delle nostre agenzie locali, una volta giunti a destinazione.

    Guidare a Siviglia e dintorni

    Siviglia

    Eccoci finalmente pronti ad iniziare la nostra attesa vacanza mettendoci alla guida della nostra auto, non indispensabile, direte voi, considerando l’efficienza a ogni ora del giorno e della notte dei mezzi pubblici nel casco storico di Siviglia.

    Necessaria, però, se volete scoprire tutti i segreti di Siviglia con il massimo dell’indipendenza e della tranquillità. È per questo che vogliamo darvi qualche suggerimento e ricordarvi di mantenere sempre alto il livello d’attenzione, considerando che il Codice della Strada può differire rispetto a quello italiano e tenendo in considerazione l’elevato numero di turisti che potrebbero affollare le strade.

    Iniziamo con il punto cruciale per chiunque si metta alla guida in una grande città, e per di più probabilmente sconosciuta e straniera: la questione parcheggio. Dove lasciare la macchina per qualche ora e senza stress?

    Da evitare i parcheggi nel centro storico della città, in cui non solo l’accesso è proibito ai veicoli, ma in cui le strade sono davvero strette e intricate. Non disperate, però, perché le soluzioni sono tante: si va dai parcheggi custoditi poco distanti a quelli più lontani però ben collegati servendosi dei mezzi pubblici. Se vi sentite coraggiosi, poi, provate con un parcheggio gratuito, ma sempre lontano dalle ore di punta.

    In caso voleste un po’ di sole e mare, non vi basta che guidare per circa due ore e mezza sulla A-92 in direzione sud fino a raggiungere Malaga, oppure prediligere Gibilterra, sempre alla stessa distanza sulla A-381 e AP-4, luogo che secondo la leggenda ospiterebbe le mitiche colonne d’Ercole.

    Una breve guida su Siviglia

    Siviglia

    Non vogliamo che lasciate Siviglia senza prima aver visitato alcune delle zone e dei quartieri più rappresentativi, perciò, salite in auto e visitate i luoghi che vi suggeriamo di seguito.

    Barrio di Santa Cruz

    Iniziamo con il primo dei cinque quartieri che compongono geograficamente Siviglia, in quanto il più caratteristico in assoluto sia di giorno, per una visita alle sue tante attrazioni, che di sera, per una sosta in uno dei suoi bar e locali tipici o una passeggiata per i suoi stretti vicoli, sui quali si affacciano suggestive casette bianche.

    La storia di questo luogo è davvero infinita. Inizialmente sorto come quartiere di fondazione araba, di cui ci rimangono testimonianze con il Palazzo Reale dell’Alcazar, la Cattedrale di Santa Maria e la Giralda, si è convertito in ghetto ebraico in tempi più recenti, per poi trasformarsi nella zona vivace e alla moda che conosciamo oggi.

    Vi diciamo come curiosità che la Cattedrale, costruita sull’originaria Moschea Maggiore, è ritenuta il secondo edificio religioso più importante della cristianità dopo la Basilica di San Pietro, e che la sua torre, la Giralda, offre una straordinaria vista sulla città dall’alto dei suoi 96 metri.

    Barrio di Triana

    Spostiamoci verso uno dei quartieri meno battuti dal turismo di massa, ma sicuramente più amati dai sivigliani, considerato la “culla del Flamenco” e la zona dei gitani, la parte più originale e autentica della città, insomma.

    Un’esperienza fantastica è poi quella di raggiungere le sue sponde considerando che, differentemente dal centro storico, si trova sul lato opposto del fiume Guadalquivir, raggiungibile percorrendo a piedi il ponte di Isabella II.

    Proprio qui, oltre ad essere nate le Sante Rufina e Giusta patrone di Siviglia, si trova anche un castello recentemente restaurato nel quale ebbe sede la Santa Inquisizione nel periodo compreso tra il 1481 e il 1785.   

    Barrio La Macarena

    Una capatina a questo quartiere poco conosciuto e dal nome apparentemente incomprensibile – almeno per uno straniero – è quasi d’obbligo per i più credenti.

    È infatti qui che si trova l’omonima Basilica in cui viene gelosamente protetta l’immagine della Vergine Speranza Macarena, uno dei più amati simboli sivigliani.

    L’unico momento in cui quest’opera lascia la sua sede è durante la processione organizzata da parte della Confraternita della Macarena che ha luogo nella notte tra il Giovedì ed il Venerdì Santo.

    Una lunga camminata di penitenza che, vista l’enorme partecipazione popolare, si dimostra essere non solo un motivo di riunione e preghiera, ma anche di festa e celebrazione. 

    Barrio El Arenal

    Vi lasciamo con quest’ultimo quartiere emblematico che, situato tra il centro storico e il letto del Guadalquivir, risulta oggi giorno essere una delle zone più adatte per un po’ di relax, dedicandosi allo shopping o a una passeggiata.

    Qui, troverete la Plaza de Toros de la Real Maestranza, la statua di Carmen la Cigarrera – la gitana che ispirò l’opera lirica della Carmen – la Casa della Moneta e il Museo di Belle Arti.

    **Se la prenotazione viene disdetta entro sette giorni dalla data di effettuazione