Save

Noleggio Auto Arizona

A partire da
34 € al giorno*
*Le tariffe sono comprensive di tasse e si basano su un noleggio di 7 giorni tra il 19/11/2018 e il 26/11/2018 a Arizona
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

MSG_REDIRECTING_247

LBL_REDIRECTING

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazioneEntro due giorni dal ritiro del veicolo.
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Wi-Fi in omaggio per chi effettua l’iscrizione al nostro programma fedeltà Gold Plus Rewards. Clicca qui per maggiori informazioni.

Hertz in Arizona

Lo stato dell’Arizona situato a sud-ovest degli Stati Uniti d’America confina con Utah, Nevada, California, Messico e per una piccola parte con il Colorado.

Dal clima particolarmente arido, dovuto dalla presenza di catene montuose a occidente e dalla notevole distanza dall’oceano, il suo territorio vi stupirà per la grande varietà di paesaggi.

Lo stato si divide in tre aree geografiche ben definite, a sud- ovest si trova il deserto Sonora tra i più estesi e caldi del nord America; a sud-est e nella zona centrale si estendono le ultime propaggini dell’altopiano messicano; e nella zona settentrionale si trova l’altopiano del Colorado che presenta un’altezza media di 1.200-2.200 metri.

Le principali città dell’Arizona sono Scottsdale, Glendale, Mesa, Tempe, che si trovano tutte nell’area della capitale Phoenix. Mentre i centri abitati più importanti, fuori dall’area metropolitana, sono Tucsone Flagstaff.

Per scoprire il fascino e la maestosità dello stato dell’Arizona, l’esperienza on the road con un’auto è sicuramente la migliore. In ognuna delle grandi città dello stato troverete le nostre agenzie da cui potrete noleggiare un’auto e iniziare la vostra avventura.

Città principali in Arizona

  1. Phoenix

Guidare nei dintorni dell’Arizona

arizona

Guidare lungo le strade dell’Arizona è un’esperienza estremamente piacevole. Il suo territorio è caratterizzato da percorsi stradali molto suggestivi: le famose “route”.

Seguendo uno dei tanti percorsi potrete spingervi fino al parco nazionale del Grand Canyon: una tra le più imponenti creazioni di madre natura e rilevante esempio del fenomeno dell’erosione fluviale.

Lungo il confine tra l’Arizona e l’Utah troverete uno dei simboli del far west americano: la Monument Valley. Attraversando un percorso sterrato, adatto a tutti i tipi di macchine, lungo circa 17 miglia potrete visitare questa meraviglia della natura, e magari attendere il tramonto sulla valle, dalla terrazza panoramica del Visitor Centre.

Approfondire le regole del codice stradale americano, prima di noleggiare un’auto e spostarsi in un grande territorio come quello dell’Arizona è fondamentale per rendere unica la vostra esperienza on the road.

In Arizona è possibile guidare con la patente italiana, purché la motorizzazione civile vi abbia rilasciato un permesso internazionale prima della partenza. Tra le regole della strada da tenere a mente c’è quella della sosta per almeno qualche secondo a ogni segnale di stop.

Assolutamente obbligatorio è l’utilizzo delle cinture di sicurezza, e ricordate che i pedoni hanno sempre la precedenza. In caso di emergenza durante la guida è consigliato fermarsi sull’apposita corsia e chiamare il numero telefonico 911.

I limiti di velocità sono di 24/35 miglia (40/55 Km/h) nelle città e di 55/75 miglia (105/120 Km/h) sulle autostrade. Se dovesse succedervi di essere fermati per un controllo, ricordate di spegnere il motore e tenere le mani bene in vista. Sono piccoli accorgimenti che però faciliteranno il vostro viaggio.

Breve guida dell’Arizona

arizona

L’Arizona, grazie al fascino, all’incanto e alla magnificenza dei suoi paesaggi naturali, è tra gli stati d’America più visitati dai turisti di tutto il mondo.

Prima tappa obbligatoria del nostro tour è il parco nazionale del Grand Canyon. Parcheggiata l’auto, avvicinandovi al South Rim, cioè il bordo meridionale dello sconfinato strapiombo, rimarrete senza fiato e vi renderete conto che né le foto né i racconti avrebbero potuto descrivere le emozionanti sensazioni che andrete a provare.

Una volta nel parco potrete scegliere tra le escursioni programmate a piedi o su quad, i tour in elicottero, le passeggiate nei boschi e i rafting lungo il fiume Colorado.

La seconda attrazione naturale della regione è la Monument Valley, situata nella zona settentrionale del paese al confine con lo Utah, è una delle zone sacre degli indiani, parte della riserva dei Navajos.

Scelta da molti registi americani e non, come sfondo per le loro scene, la Monument Valley sorge nel deserto rosso, colore legato alla composizione del terreno ricco di ossido di ferro.

Al suo interno potrete decidere di proseguire con la vostra auto oppure essere guidati dagli indiani, con i loro mezzi di trasposto o a cavallo.

Nella contea di Apache a nord-est dell’Arizona potrete scoprire un canyon poco conosciuto ma estremamente bello e suggestivo.

Stiamo parlando del Canyon De Chelly National Monument, un’area naturale protetta di circa 340 chilometri quadrati, istituita come Monumento Nazionale degli Stati Uniti nel lontano 1931.

Inserito pienamente in una riserva Navajo, al suo interno sono stati rinvenuti, nel 1882 importanti reperti che testimoniano i rituali di sepoltura messi in pratica dagli antichi indiani, per questo motivo la valle che ospitava questi ritrovamenti è stata chiamata Canyon del Muerto.

Percorrendola potrete incontrare le capanne artigianali in cui la popolazione dei Navajo vive dedicandosi all’agricoltura e alla pastorizia.

Continuando il tour tra i paesaggi naturali dell’affascinate stato dell’Arizona non può mancare una sosta allo splendido Antelope Canyon.

Il parco è gestito dagli indiani che vi organizzano tour guidati al suo interno. I tour possono essere prenotati direttamente in loco, e il consiglio è di visitarlo nelle ore in cui il sole è alto, per godere al meglio delle infiltrazioni della luce nella vallata.

L’Antelope Canyon sorge a nord-est del paese precisamente vicino alla città di Page.

Nel Sud dell’Arizona, situato appena fuori della cittadina di Tucson, potrete visitare il Saguaro National Park, caratterizzato dalla vasta quantità di cactus al suo interno e che presentano le forme più disparate, tra cui lo spettacolare cactus gigante.

Il nostro tour in Arizona non può che concludersi a Phoenix, la sua capitale. Cuore pulsante dello stato, la città sorge nel mezzo della Valley of the Sun “la Valle del Sole”.

A Phoenix troverete una vasta scelta di attività culturali tra cui musei, spettacoli e manifestazioni.

Tra i musei che dovrete assolutamente visitare, ricordiamo il Phoenix Art Museum, il più grande museo di arte visiva del sud-ovest degli Stati Uniti; l’Heard Museum, con i suoi 12.000 metri quadrati dedicati ad allestimenti fissi e temporanei, riguardanti manifestazioni artistiche indiane; e l’Arizona Science Center, dedicato alla natura, che come abbiamo visto, è parte integrante di questo incantevole stato.

Gli amanti dell’architettura potranno ammirare il meraviglioso Auditorium di Phoenix, costruito negli anni 30 da Frank Lloyd Wright, pioniere del Movimento Moderno.