Save

Noleggio Auto Aeroporto Internazionale di Portland

A partire da
30 € al giorno*
*Le tariffe sono comprensive di tasse e si basano su un noleggio di 7 giorni tra il 20/09/2018 e il 27/09/2018 a Aeroporto Internazionale di Portland Oregon
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
  • 00:00
  • 00:30
  • 01:00
  • 01:30
  • 02:00
  • 02:30
  • 03:00
  • 03:30
  • 04:00
  • 04:30
  • 05:00
  • 05:30
  • 06:00
  • 06:30
  • 07:00
  • 07:30
  • 08:00
  • 08:30
  • 09:00
  • 09:30
  • 10:00
  • 10:30
  • 11:00
  • 11:30
  • 12:00
  • 12:30
  • 13:00
  • 13:30
  • 14:00
  • 14:30
  • 15:00
  • 15:30
  • 16:00
  • 16:30
  • 17:00
  • 17:30
  • 18:00
  • 18:30
  • 19:00
  • 19:30
  • 20:00
  • 20:30
  • 21:00
  • 21:30
  • 22:00
  • 22:30
  • 23:00
  • 23:30
Ho un codice promozionale

Perché Hertz

  • Miglior prezzo garantito - se trovi una tariffa Hertz più bassa, ti rimborsiamo la differenza
  • Nessuna penale in caso di modifica o cancellazioneEntro due giorni dal ritiro del veicolo.
  • Nessun costo aggiuntivo nascosto - copertura danno e furto inclusa
  • Wi-Fi in omaggio per chi effettua l’iscrizione al nostro programma fedeltà Gold Plus Rewards. Clicca qui per maggiori informazioni.

Aeroporto Internazionale di Portland Oregon

Hertz Logo
Orari di apertura

Mon-Sun 5:30AM-2:00AM
Indirizzo
7000 Northeast Airport Way, 97220

Telefono: (503) 528-7900

Agenzie di noleggio

Chiudi

Prenota un'Auto

Invia
Ottieni le indicazioni

Tutte le informazioni necessarie

La nostra agenzia aeroportuale è aperta 7/7 dalle 5.30 alle 2.00 del mattino. Tra i servizi disponibili, distaccano il Never Lost, il Prestige, seggioloni per bambini e neonati ed il parcheggio Gold.
  • Navigazione GPS

    Scoprite la vostra destinazione e raggiungetela facilmente grazie al nostro sistema di navigazione GPS.


Hertz all'Aeroporto Internazionale di Portland

Lasciatevi trasportare da una delle città più magiche dell’intera West-Coast degli Stati Uniti: Portland.

Non appena atterrati, vi consigliamo di noleggiare un'auto nella nostra agenzia che si trova all’interno del suo aeroporto internazionale per partire alla scoperta del centro più popolato dell’Oregon - lo “Stato dei Castori” – dove la natura fa da padrona.

L’Art Museum ospita i migliori concerti, esibizioni e mostre in città, mentre l’Historical Society vi permetterà di ripercorrere la storia dello Stato partendo dall’epoca pre-coloniale e passando per l’era dei pionieri.

L’Old Chinatown e il Pearl District sono poi i quartieri più caratteristici di Portland, con quest’ultimo recentemente riqualificato e divenuto la zona ideale per una serata con gli amici.

Una camminata per la Downtown, con il suo Waterfront Park, il Saturday Market dalle colorite bancarelle gastronomiche e l’Eastbank Esplanade – percorso pedonale sulle sponde del fiume – completeranno la vostra giornata alla perfezione.

 

Guidare nei dintorni dell’aeroporto di Portland


Poco più di trenta minuti alla guida della vostra auto sono tutto ciò che necessiterete per raggiungere il centro di Portland, prendendo la NE Sandy Boulevard o la I-84 W non appena usciti dal Terminal.

L’Aeroporto Internazionale, affacciato sul fiume Columbia che svolge il ruolo di confine naturale con lo stato di Washington, conferma il ruolo di primo piano che Portland sta assumendo sempre più in Oregon, con un numero di passeggeri annuo che, superiore ai 17 milioni di unità, lo rende il più transitato dello Stato Federale.

Prima di mettervi al volante, vi consigliamo comunque di concedervi qualche minuto di tempo per dare un’occhiata alle utili istruzioni fornite dalla Farnesina sulla mobilità negli Stati Uniti e a tutte le informazioni sui parcheggi all’aperto e custoditi presenti in ogni zona della città, con una mappa interattiva e le indicazioni relative i vari metodi di pagamento.

Inoltre, sebbene il Codice della Strada risulti simile a quello italiano, ricordiamo di prestare un’attenzione particolare al rispetto dei limiti di velocità nelle zone residenziali, ridotti a 30 km/h, e ai numerosi ciclisti presenti in centro.

Dopo esservi dedicati a Portland, concedetevi un po’ di tempo per conoscere quanto di meglio lo Stato può regalarvi.

Luogo di passaggio obbligatorio è Salem, distante solo un’ora sulla I-5 S, ma la vera sorpresa dell’Oregon è la sua natura incontaminata. Il lago Crater dista 375 km da Portland, un percorso sulle quattro ruote in cui il viaggio merita quanto la destinazione.

A poca distanza da quest’ultimo, poi, e sempre raggiungibile guidando verso sud sulla I-5 S per circa cinque ore, troverete l’Oregon Caves National Monument, uno dei sistemi di grotte più affascinanti degli States.

Dove andare dall’aeroporto di Portland


Dopo aver visitato quanto di meglio Portland può offrirci, non ci resta che esplorare le sue zone circostanti, fatte di un susseguirsi ininterrotto di preziose cittadine immerse nella natura.

Tra i nostri luoghi preferiti, scelti appositamente per voi e raccolti nella breve guida che segue, trovate:

Astoria

Prima tappa sulle quattro ruote sul fronte pacifico settentrionale è questa cittadina resa celebre da Lewis e Clark, i primi esploratori a raggiungere la costa occidentale degli Stati Uniti via terra nel 1804-1806.

L’Astoria Column è invece il luogo perfetto per godere di una straordinaria vista d’insieme sul territorio che circonda la città – dal Megler Bridge, che conduce allo Stato di Washington, all’oceano, passando per la catena montuosa Cascade Range che si estende sino al Canada, fino al Columbia River Gorge, profondo canyon dell’omonimo fiume.

Gli amanti del mare dovranno poi concedersi una fermata al Museo Marittimo del Columbia River e al relitto della Peter Iredale, nave naufragata nel 1906 e abbandonata sulla spiaggia della base militare di Fort Stevens.

Cascade Head

Davvero difficile questa seconda tappa, visto il numero e la qualità delle attrazioni che caratterizzano la costa centrale dello Stato, considerata il mix perfetto tra l’urbanizzazione del nord e la natura selvaggia del sud.

Ciò che la rende un’acclamata meta di turismo è l’omonimo promontorio Cascade Head, la cui sommità è raggiungibile concedendosi una passeggiata di circa tre ore che vi condurrà a una delle più belle vedute degli Stati Uniti.

Poco distante, vi aspetta inoltre un altro spettacolo della natura, le Munson Creek Falls, annoverate tra le più alte cascate del Pacifico americano.

Heceta Head

Una delle località preferite lungo la Southern Oregon Coast per la presenza di uno dei fari meglio conservati e più fotografati al mondo.

Immerso in un bellissimo parco reso ancor più prezioso dallo scenario dell’oceano sullo sfondo, il faro è anche ammirabile dal viewpoint, un punto panoramico ubicato a poco meno di due chilometri di distanza in direzione sud.

Assolutamente imperdibile poi, per un’esperienza fuori dal comune, sono le Sea Lion Caves, una piccola oasi naturale che ospita centinaia di leoni marini.

Salem

Capitale dello Stato con meno di 150.000 abitanti, meglio conosciuta dai locali come “Cherry City” - la “città delle ciliegie” per l’abbondante produzione dell’omonimo frutto.

I simboli di Salem, piuttosto piccola per dimensioni, sono il Campidoglio Statale, il teatro Elsinore, l’università Willamette che, fondata nel 1842 risulta essere la più antica a occidente del fiume Missouri, il museo Mission Mill – che ripercorre la storia di Salem proponendo la ricostruzione di alcuni edifici antichi del mulino Thomas Kay per filare la lana - e il parco Bush’s Pasture, ideale per una passeggiata nel verde senza allontanarsi dal centro urbano.

Crater Lake National Park

Chiudiamo con il parco nazionale che deriva il suo nome dalla presenza del già citato omonimo lago. Il Lake Crater, oltre ad essere il più profondo in territorio statunitense, si distingue anche per il paesaggio primitivo fatto di picchi e montagne rocciose che lo circonda, e essersi originato all’interno della caldera del monte Mazama.