autonoleggio

 
Gold Plus Rewards
  • Non sei ancora socio? Iscriviti

Prenota un'Auto

Cerca agenzia di noleggio

PRENOTA LA TUA AUTO

10 Jun

In visita ai musei di Rovereto e Trento byHertz

In visita ai musei di Rovereto e Trento banner

Questa volta abbiamo pensato ad un itinerario che potesse farvi scoprire o riscoprire i musei di queste due splendide cittadine e, in generale alcune delle loro principali attrazioni. Con i loro antichi palazzi e soprattutto i castelli, contenenti università e musei, Trento e Rovereto hanno una freschezza che si respira nell’aria e vi consigliamo vivamente di esplorarle.

 

Se avete la possibilità di programmare una breve vacanza in macchina da queste parti, potete addentrarvi nella provincia di Trento, e dirigervi verso uno dei più grandi castelli fortificati del Trentino, Castel Beseno. Distrutto e ricostruito più volte il castello, che domina la Vallagarina, risale al XII° secolo. Attualmente ospita parte del complesso del Museo provinciale del Castello del Buonconsiglio. Le sue sedi sono anche nel Castello di Stenico, nel Castel Thun, in Valle di Non, e nel Castel Caldes in Val di Sole e infine nel Castello del Buonconsiglio, sede per molti secoli dei principi-vescovi di Trento. Qui possiamo ammirare il ciclo pittorico denominato Ciclo dei mesi. Forse uno delle più pregevoli opere di argomento profano della fine del medioevo, realizzato verso la fine del Trecento e raffigurante il succedersi delle stagioni, le attività signorili come quelle dei contadini e di coloro che praticavano la pastorizia.

 

Una volta perlustrata Trento, altra visita assolutamente irrinunciabile è il MART, uno dei musei di maggiore interesse del Trentino. Il centro museale di arte contemporanea di Trento e Rovereto ha la sede centrale ubicata proprio a Rovereto. È uno dei più importanti nel suo genere che ci sono in Italia, e il più grande costruito nel secolo scorso. Aperto dal 2002 accoglie la biblioteca civica e l'auditorium Fausto Melotti. Ma il museo ha altre sedi distaccate come la Casa d’arte futurista di Fortunato Depero, la cui collezione di dipinti fu curata dallo stesso artista poco prima della sua morte. Anche a Trento ve un’altra sede e si trova presso la Galleria civica di Trento.

 

Una delle cose che non dovete assolutamente perdere è il Museo storico italiano della guerra. Situato nel Castello di Rovereto, costruito verso la fine del ‘300, il museo conserva numerose testimonianze della Prima guerra mondiale: dalle armi alle divise, dalle fotografie fino ad arrivare agli oggetti personali dei soldati che stavano in trincea. A pochi chilometri di distanza dal centro di Rovereto è possibile, inoltre, visitare il Sacrario militare di Rovereto. Questo luogo, conosciuto anche come Castel Dante è un grande monumento che conserva le salme di oltre 20.000 soldati appartenuti all’esercito italiano, austro-ungarico e alla Legione cecoslovacca.