autonoleggio

Gold Plus Rewards
  • Non sei ancora socio? Iscriviti

Prenota un'Auto

Cerca agenzia di noleggio

PRENOTA LA TUA AUTO

27 Feb

Scoprire la Magna Grecia – la terra di Calabria byHertz

Scoprire la Magna Grecia – la terra di Calabria banner

All’estremo meridione dell’Italia con un litorale che, alternando spiagge sabbiose a costiere rocciose, si snoda per circa 800 km la Calabria, una terra ricca di storia. Dalle caratteristiche uniche, questo luogo gode di un clima temperato, con estati calde e inverni miti. A fare eccezione sono solo alcune regioni interne come il massiccio della Sila e dell’Aspromonte a sud, le cui vette sono perennemente ricoperte di neve. Fra queste il Monte Pollino, che con l’omonimo parco comprende una delle zone più selvagge e incontaminate: la Valle del Raganello, con pareti rocciose e gole profonde. In quest’area si trovano i giacimenti paleolitici di Grotta del Romito e della Valle del Mercure.

 

 

Percorrendo la strada statale 18 tirrena inferiore, che ricalca approssimativamente la via Traianea, ammiriamo la bellezza della Riviera dei Cedri, con i suoi dolci e le sue tipiche bevande, da Praia a Mare fino ad Amantea passando per Scalea e Diamante. Impossibile non fermarsi a Lamezia Terme, dove si trova uno dei principali aeroporti della regione e anche una delle nostre agenzie di noleggio. A Lamezia vi consigliamo di ammirare il Castello costruito in epoca normanna e poi ristrutturato sotto Federico II di Svevia, la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo del XVII° secolo e il Museo Diocesano che conserva un cofanetto in avorio dipinto del XII° secolo.

 

Proseguendo oltre ci fermiamo a Pizzo Calabro, sulla splendida Costa degli Dei, e dopo aver assaporato gli spaghetti al nero di seppia e i gelati di produzione artigianale, raggiungiamo Tropea. Questa cittadina, famosa per la cipolla rossa, attrae turisti da ogni parte del mondo per le sue acque cristalline e le sue splendide spiagge. Scendendo ancora a sud ci affacciamo sulla Costa Viola, chiamata in tempi recenti anche “Piccolo Paradiso”, e decidiamo di fare una breve sosta a Scilla di omerica memoria, cercando di scorgere dalla parte opposta in territorio siciliano anche il mitico mostro Cariddi.

 

In questa terra in cui in ogni paesino incontriamo monasteri bizantini, antiche chiese, castelli medievali e palazzi di ogni sorta troviamo a Reggio Calabria, proprio sulla nostra strada, qualcosa che non è proprio possibile ignorare: i famosi bronzi di Riace Conservati al museo archeologico della città e fra i migliori esemplari della tradizione scultorea greca.

 

Raggiunta la punta più meridionale della Calabria risaliamo verso nord e attraverso la Costa dei Gelsomini, passiamo per Riace e Locri (colonia greca del VII sec. a.C.). Oltrepassiamo poi il golfo di Squillace, caratterizzato da spiagge basse formate da un misto di sabbia e ciottoli, interrotto da promontori di granito bianco che in alcuni casi plasmano piccole grotte marine. Risalendo ancora la costa oltrepassiamo la punta di località Le Castella, con l’imponente fortezza aragonese, e facciamo strada in direzione di Capo Rizzuto, poi Capo Colonna con i resti del santuario di Hera Lacinia, senza dimenticare Cirò Marina e il golfo di Corigliano con l’antica Sibari, completando così il nostro breve viaggio attraverso le coste della Calabria.